Quaderni di birdwatching Anno I - n° 2 - ottobre 1999


Reale e Virtuale
Ave(s), software italiano!
Aves - Guida elettronica per l'ornitologo - Avifauna italiana

P. Brichetti
Ed. Calderini - linea EDAsoft - 2 CD-ROM - lire 99.000 (+ lire 10.200 di spese)

di Maurizio Sighele






Per acquistare AVES
scrivete a

Calderini srl - EDAsoft
casella postale aperta
48018 Faenza (RA)

o mandate un fax allo
0546 26044

specificando dati anagrafici, indirizzo completo, codice fiscale e tipo di pagamento (contrassegno o CartaSI-VISA)

agli stessi indirizzi potete anche richiedere una demo




Cannaiola
Acrocephalus scirpaceus
(da Aves, 1999)
 

     Non poteva che essere Pierandrea Brichetti a realizzare il primo prodotto multimediale italiano dedicato agli uccelli: sia per il bagaglio di dati e di esperienza che ha immagazzinato in anni dedicati all'ornitologia, sia per aver capito da tempo quali siano il vantaggio e la potenzialità del supporto informatico (opera sua, infatti, è anche  BDO, la Banca Dati Ornitologica, che aggiorna periodicamente).

     Il software, annunciato da tempo, è stato presentato all’ultimo C.I.O. di settembre ’99.


Caratteristiche del Data Base

     Aves è un archivio di dati inerenti l'avifauna italiana. Per ogni specie considerata (608!) si può conoscere l'inquadramento sistematico comprensivo di codici EURING, IWRB, codifica sec. Sibley, nome inglese, status fenologico italiano.

Piovanello pancianera
Calidris alpina
(da Aves, 1999)

     L'autore per quasi tutte le specie regolari dell'area italiana ha preparato schede per l'identificazione comprendenti testo, immagini, disegni, filmati e vocalizzazioni. Inoltre: informazioni sullo svernamento e sulla nidificazione con dati sulla consistenza e diffusione delle popolazioni; distribuzione geografica a livello nazionale e regionale (comprese Corsica e Malta); distribuzione altitudinale; descrizione dell'habitat; informazioni sul livello di tutela, lista rossa, trend e minacce, progetti di reintroduzione.

     I dati di ogni specie possono essere stampati. Ogni uccello può essere ricercato attraverso il suo nome italiano.

     Tra le informazioni di carattere generale è presente (ma non stampabile) la check-list degli uccelli italiani aggiornata a dicembre 1997, la composizione corologica e fenologica dell'avifauna italiana, la situazione della diffusione, della popolazione e della distribuzione altitudinale delle specie nidificanti in Italia.

     Oltre ai dati scientifici ci sono anche due  gadgets. La  proiezione diapositive permette di vedere una serie di immagini in successione (con filtri che permettono di selezionare solo alcune famiglie). Il  puzzle permette un po' di svago dopo tanta  scienza.


Caratteristiche tecniche

     Il software è stato preparato per piattaforma Windows 95/98/NT, in due CD-ROM (non passeriformi e  passeriformi). Sono consigliati processore discretamente veloce, 16 MB o più di RAM, visualizzazione almeno a 16 bit (migliaia di colori), scheda audio, non meno di 6 MB di HD liberi.

     È presente una guida in linea che offre sia le indicazioni per la (semplice) navigazione nel programma che le informazioni sui contenuti del data base.

     Per poter consultare la guida è necessario richiedere telefonicamente alla Calderini il ‘codice di attivazione’, diverso da computer a computer (meglio, da hard disk a hard disk).

     Nonostante sia perfettamente comprensibile (oltreché legittimo) e benché autore ed editore assicurino un secondo codice per l'eventuale portatile o in caso di acquisto di nuovo PC, questo sistema di protezione mi pare un po'  eccessivo ed un po' limitante per chi, come me, ha il vizio e la necessità di cambiare spesso computer. Anche perché foto, filmati, canti e mappe sono facilmente accessibili operando direttamente sul CD e quindi potenzialmente duplicabili.


Impressioni

Mignattino
Chlidonias niger

(da Aves, 1999)

     Aves mi ha colpito fin da subito per la qualità e l’abbondanza del supporto fotografico. Non mi è dato di sapere quante siano esattamente le foto (e non le ho contate!), ma vi sono più di 500 files di immagini tutte di buono o buonissimo valore. Ogni file contiene solitamente più di una foto, oppure foto e tavola, qualche volta solo una tavola.

     Le tavole sono il frutto dei disegni in bianco e nero di Silvia Gandini. Sono chiare e ben leggibili.

     Ho notato una certa sproporzione tra le foto di non passeriformi rispetto alle foto di passeriformi: 65% contro 35%. Sproporzione che diventa eclatante per i filmati: ci sono solo 5 filmati che hanno come soggetto un passeriforme (12%), su 41 totali! Difficoltà di reperimento?

     I filmati sono abbastanza lunghi e spesso interessanti, ma non di grande qualità, forse per la scelta del formato (AVI).

     Restando nel  multimediale, buone sono anche le registrazioni sonore (quasi 200), specialmente quelle dei passeriformi. Merita senz'altro una sottolineatura come nella scheda del Luì piccolo (Phylloscopus collybita), oltre al classico chiff chaff da cui deriva il nome inglese della specie, sia possibile anche ascoltare il ben diverso canto della ssp tristis (il Luì 'siberiano'): da provare!

P R O C O N T R O
  • Qualità e abbondanza delle foto
  • Comprende tutte le specie dell’areale italiano
  • È in lingua italiana!
  • Sistema di protezione limitativo per l'acquirente computer maniaco
  • Ricerca solo per nome volgare italiano
  •      Un lavoro certosino ha richiesto la realizzazione delle mappe di distribuzione (250 circa), mentre per quanto concerne i dati, non so quanti più dell'autore possano disporre di dati così aggiornati (forse qualcuno di EBN Italia?).

         Infine un dato, ovvio, ma significativo per il nostro panorama (leggi anche quanto sta scritto nell'editoriale riguardo le guide): Aves è in italiano.


    Per la visione del filmato qui sopra avete bisogno di un plug-in come:

    QT logo

    BACK

    1999, Quaderni di birdwatching

    Tutti i diritti di proprietà letteraria e artistica riservati. È vietata la riproduzione totale o parziale senza consenso scritto.