Quaderni di birdwatching Anno II - vol. 3 - aprile 2000

Recensioni

TITLE

di Luciano Ruggieri







Il volume può essere ordinato a:

Museo Friulano di Storia Naturale
via Grazzano 1
33100 UDINE


 

     Il lettore non si lasci ingannare dal titolo: è pur vero che si tratta di un atlante provinciale, ma i contenuti sono di altissimo livello. Il volume è il frutto del grande lavoro scientifico condotto durante le stagioni 1990-1996 dall’Osservatorio Faunistico finalizzato alla conoscenza dell’avifauna nidificante sui 466 Kmq della superficie provinciale. Non solo: vengono presentati i dati della famosa stazione di inanellamento dell’Isola della Cona e di altre sparse nell’ambito del territorio provinciale durante gli anni 1985-98 riferite a 62.373 uccelli, pari a 166 specie differenti, più l’elenco completo delle ricatture e una utilissima Check List della Riserva Naturale Foce dell’Isonzo.

     Si tratta quindi di una mole di dati importantissima e di estrema qualità, presentati in circa 350 pagine in un pratico formato e in una veste grafica accattivante.

     La metodologia dell’atlante si rifà a quella classica, ma con una unità di rilevamento singolare che è rappresentata dall’elemento della Carta Tecnica Regionale (CTR) che è una unità rettangolare di 3,2 x 2,8 km di lato che rappresenta 1/64 di un foglio IGM. Sono state cartografati 3681 dati riferiti a 131 specie, pari al 54,5% dell’avifauna nidificante a livello nazionale.

     La rassegna sistematica delle specie è improntata su uno standard scientifico talvolta un po’ noioso soprattutto per le specie più comuni dove mancano i dati riferiti alla densità di riproduttori, mentre molto più interessanti - presentati in sintetici grafici - sono i dati sulla fenologia dei migratori, che assieme all’elenco delle ricatture fornisce un quadro alquanto esaustivo della migrazione nell’area in esame. Le 20 foto a colori illustrano parte delle specie accidentali rinvenute all’Isola della Cona: ecco la foto del 1° Luì di Radde (P. schwarzi) e del 1° Luì del Pallas (P. proregolus) per l’Italia, della 1° Cannaiola del Jerdon e del 1° Luì di Hume per il Friuli-VG, che impreziosiscono il volume altrimenti un po’ carente di illustrazioni rispetto alla qualità dei testi.


Isola della Cona:
Luì del Pallas (Phylloscopus proregolus)
(foto R. Peressin)

     In conclusione, un ottimo lavoro, dedicato all’ornitologo ma che consiglio a tutti coloro che prima o poi vorranno recarsi nel famoso quadrante IGM 40 a III che offre il massimo numero di specie nidificanti a livello italiano, ben 139, a testimonianza della richezza ornitica dell’area. E in questo contesto, è veramente un controsenso e uno scandalo che dal 31.12.99 gli Osservatori Faunistici Provinciali non siano più considerati operativi e abbiamo cessato formalmente, di esistere.


BACK

2000, Quaderni di birdwatching

Tutti i diritti di proprietà letteraria e artistica riservati. È vietata la riproduzione totale o parziale senza consenso scritto.