Quaderni di birdwatching Anno II - vol. 3 - aprile 2000

Reale e Virtuale

Titolo

di Maurizio Sighele

picture

Pierandrea Brichetti, direttore del C.I.S.O. (Centro Italiano Studi Ornitologici), un numero imponente di articoli su riviste, di libri di ornitologia e birdwatching, di check list e poi ... Prima la BDO (Banca Dati Ornitologica), poi Aves, guida su CD ROM, ed ora, dopo alcuni anni di naftalina, il restyling del sito del C.I.S.O. È una svolta informatica definitiva?
Certo che no. Ritengo tutt'ora l'opera su carta insostituibile. Non mi immagino ancora librerie di CD ROM, ma di ... libri, appunto. Aves è la raccolta della mole di dati che ho selezionato in tanti anni, tenuta sul mio computer e quindi quasi 'destinata' al computer. Ma si sta lavorando all'uscita del secondo numero di Fauna d'Italia: Aves - Uccelli, che sarà sicuramente su supporto cartaceo ed uscirà, con l'aiuto di Tellini, nei primi mesi del 2001. L'aggiornamento del sito web del C.I.S.O. era una cosa che doveva essere fatta da tempo. Non tanto per la grafica, ma anche e soprattutto per i contenuti che rimanevano gli stessi per vario tempo. Come per tante altre cose, però, mancano le forze, il tempo. Adesso sicuramente c'è qualcosa di più attuale.

In un prossimo futuro avremo Avocetta online?
Non credo che sia possibile, nè tanto meno corretto verso chi riceve il fascicolo perchè abbonato. Certo che oggi come oggi forse bisogna pensare a dei correttivi. Dopo tutto un precedente c'è già stato, quando attraverso voi di EBN Italia sono stati messi a disposizione sulla web gli atti del X C.I.O. tenutosi a Caorle ed ora da parte nostra abbiamo messo a disposizione gli abstracts di Avocetta dal 1995 in poi. Il sito del C.I.S.O. resta comunque una fonte di informazioni ufficiali, verificate, di conseguenza non può essere "on line".

Come vedi invece il movimento di EuroBirdNet Italia, come web e come mailing list?
Voi state facendo un ottimo lavoro e avete contribuito a "smuovere le acque". Solo mi auguro adoperiate filtri "appropriati": un lavoro, prima di essere pubblicato su una rivista cartacea, viene valutato da un comitato scientifico. Mi auspico che questo succeda (in certo qual modo) anche per quanto viene scritto su Quaderni di birdwatching. Per quanto riguarda il sito e soprattutto per la mailing list le mie "paure" ricadono sui vari avvistamenti.

Paure? Siamo "Quelli di internet" che annunciano dove nidifica il Lanario?
Non credo che bracconieri o collezionisti d'uova abbiano bisogno di internet per sapere dove andare a fare danni. Anzi, credo che potremmo essere noi ad attingere informazioni da loro. E poi, che io sappia, non ci sono mai state segnalazioni dissennate. Mi riferisco invece al fatto che il numero di segnalazioni di uccelli rari e accidentali è andato moltiplicandosi sensibilmente. Da un lato questo è un risultato positivo, ma dall'altro si sono create delle problematiche dovute al fiorire di reports incontrollati e di difficile giudizio ed utilizzo scientifico e, nella peggiore delle ipotesi, alla pubblicazione di notizie non verificate o non verificabili.

E il ruolo del C.O.I. (Comitato Omologazione Italiano)?
Con i membri del C.O.I. si era scelto giustamente di omologare solo le prime 5 segnalazioni italiane in quanto non si potevano controllare tutte le segnalazioni. Di recente è stato deciso di inglobare il C.O.I. nel C.I.S.O. e questa "riorganizzazione" ci permetterà di raddoppiare le segnalazioni da esaminare, che saranno ora le prime dieci.

In ogni caso gli ultimi casi di A-1 (prima segnalazione) per l'Italia passati sulla nostra mailing list e trattati sui primi numeri di QB sono stati tutti accettati dal C.O.I.
Questo è sicuramente vero. E poi Arcamone, Baccetti, Boano, Mezzavilla, con cui collaboro abitualmente, sono iscritti alla mailing list e non me ne dicono peste e corna, ma esprimono anche loro perplessità su alcune segnalazioni di accidentali. Ripeto, i miei sono solo timori. Avvertimenti, non rimbrotti. Se vi siete moltiplicati in poco tempo, i meriti ci sono, no? Col tempo imparerete a scremare gli esaltati e gli impulsivi.

Alla prossima Pierandrea, grazie.
Ciao e grazie a te.



BACK

2000, Quaderni di birdwatching

Tutti i diritti di proprietà letteraria e artistica riservati. È vietata la riproduzione totale o parziale senza consenso scritto.