Quaderni di birdwatching Anno II - vol. 3 - aprile 2000

Recensioni

I Rondoni

di Maurizio Sighele


Il libro può essere acquistato contattando l'editore:

Altrimedia Edizioni

oppure il:

Museo di Storia Naturale di Carmagnola

 

     I Rondoni - instancabili volatori è l'ultimo risultato editoriale, sunto di anni di ricerca, di un gruppo di ornitologi piemontesi, tra cui gli autori: Giovanni Boano e Giorgio Malacarne.

     Il gruppo segue i rondoni, in particolare il Rondone pallido (Apus pallidus), da diversi anni (dal 1974), iniziando con l'osservare le colonie di Carmagnola (TO), dove Boano è nato e dirige oggi il locale Museo di Storia Naturale.

     Questa monografia mi pare curata in molti particolari: gli aspetti sistematici, ad esempio, sono esposti indicando anche la loro evoluzione negli anni e, nell'ultima parte del libro, vengono anche riassunti i più importanti studi su queste specie. Vi sono poi due appendici con la check list dei rondoni di tutto il mondo ed i loro aspetti ecologici e biologici.

     Le specie "italiane" sono descritte curando anche la parte identificativa (dettaglio che ad un birdwatcher fa sempre piacere), in modo particolare ovviamente per quanto riguarda Rondone comune e Rondone pallido. Sono state inserite anche due tavole d'insieme (di Lorenzo Dotti): una con rondoni extraeuropei, una sicuramente più interessante con i rondoni e le rondini europei.

     La vita del rondone è trattata in tutti i suoi momenti: l'habitat, l'alimentazione, il volo, la vita in colonia, la riproduzione, la migrazione, la muta, la mortalità.

     Ed è questa la parte più interessante: qui non si sente più l'ornitologo, ma l'amore per questa specie. Più distaccato quando si tratta di Rondone indiano o Rondone nero, il testo diventa decisamente più "caldo" quando si parla di rondoni nostrani e da monografia talora diventa romanzo trattando di Rondone pallido. I rondoni durante la riproduzione, per esempio, diventano "genitori superimpegnati con quattro bocche da sfamare", il pullus di un mese "un fiero rondoncino", i genitori "partners" e la femmina abbandonata una "divorziata".

     Infine, vengono trattati anche gli aspetti conservazionistici, con suggerimenti pratici per favorire od incrementare le colonie di rondoni, comprese informazioni sulle cassette nido. Originale ed interessante mi pare poi "Allevare un rondone" (di Chiara Sargiotto), una sorta di "fai da te" nel caso ci trovassimo un giovane inetto in mano.

     La nota stonata è, invece, la parte iconografica. Fotografare i rondoni è certamente difficile, ma ad alcune foto io avrei rinunciato. A mio avviso, la responsabilità va condivisa anche con chi ha curato la parte grafica, perchè anche foto che sembrano buone non risultano incisive o sono mal registrate e le tabelle, sempre graficamente, non mi convincono. Con un testo così interessante, dispiace.


BACK

2000, Quaderni di birdwatching

Tutti i diritti di proprietà letteraria e artistica riservati. È vietata la riproduzione totale o parziale senza consenso scritto.