Quaderni di birdwatching Anno V - vol. 10 - ottobre 2003

Recensioni
Titolo
di Luciano Ruggieri




     L’ABBIAMO TUTTI SOGNATA ED INVOCATA: una guida da tenere in tasca con bei disegni, un testo sintetico e scritto bene che descriva gli uccelli europei in italiano. Bene, adesso c’è!

     Si tratta della nuova pocket guide di Hayman & Hume del 2002, tradotta da tre persone ben note, Andrea Corso, Riccardo Molajoli e Marco De Cicco, e edita da una casa editrice illuminata, la Muzzio, che aveva già pubblicato l’ormai obsoleto, ma sempre fascinoso, Peterson.

     L’ho vista in un libreria ad Aosta e l’ho subito acquistata, me lo sono messa nella tasca interna della giacca e mi sono seduto per sfogliarla bene: l’impressione è ottima. Hayman è un disegnatore eccellente, un birdwatcher che sa riprodurre magistralmente il jizz di ciascuna specie e così bravo da condensare in una tavola più disegni con l’uccello in volo, da posato, la silouette di volo frontale e da sotto e all’occorrenza, anche i particolari della testa, del becco o della coda. In alcuni casi per descrivere una specie si raggiungono 16 differenti disegni! Stupendo!

     E’ vero che i disegni sono necessariamente piccoli, per essere contenuti in uno spazio di 14 x 8 cm, ma non sono affatto poveri di particolari. E’ bellissimo avere una guida tascabile che ti fa vedere la differenza tra il piumaggio invernale della femmina e il juvenile del Migliarino di palude, del sovraala della Sterna comune e della Sterna codalunga 1a estate, o molto più semplicemente, della diversa colorazione del becco o della forma dell’ala tra il maschio e la femmina di Gallinella d’acqua... in italiano!

     Passiamo ai testi. Questi non sono la traduzione alla lettera del testo inglese, ma sono stati adattati alla realtà italiana con l’aggiunta della fenologia di ciascuna specie, la traduzione fonetica dei versi e dei canti e con l’aggiunta di alcune note particolari a cura dei tre traduttori. A voi il compito di scoprire quali sono! I nomi delle specie sono quelli della check list italiana di Brichetti & Massa ma il Gabbiano reale è finalmente indicato come Larus michahellis e poi compaiono, per la prima volta in una guida in lingua italiana, il Canapino di Sykes, il Canapino pallido occidentale, l’Averla maggiore meridionale.

     Le altre specie rare o gli accidentali, o le specie extralimitali nel Paleartico occidentale non compaiono (ad esempio, il Chiurlottello non è raffigurato!), perchè questa è una guida che deve accompagnare il birdwatcher, che fa dell’arte di riconoscere gli uccelli, una passione e un impegno costante per la loro protezione.

     Uniche mancanze, in parte giustificabili con il formato ridotto, la mancanza di cartine distributive e l'assenza di misure quali apertura alare o la lunghezza dell'animale che possono aiutare nel confronto tra specie simili.

     E se non la comprate subito continuate pure a parlare di rufous remiges or underwing coverts che abbiamo dovuto sciropparci fino ad adesso. Ora basta!


BACK

2003, Quaderni di birdwatching

Tutti i diritti di proprietà letteraria e artistica riservati. È vietata la riproduzione totale o parziale senza consenso scritto.