Quaderni di birdwatching Anno V - vol. 10 - ottobre 2003

Recensioni
Titolo
di Maurizio Sighele




     TUTTI AD ASPETTARE VANAMENTE il secondo volume di Aves della Fauna d’Italia (il primo e unico risale al 1992) ed ecco che uno degli autori di allora, Pierandrea Brichetti, ci propone assieme a Giancarlo Fracasso questa nuova opera: il primo di una serie di volumi che gli stessi autori, nella loro introduzione, definiscono come le pagine gialle dell’ornitologia italiana. Questo primo volume comprende gli ordini dai Gavidi ai Falconidi.

     Ogni specie è trattata in quella che possiamo definire scheda, ed ogni scheda è piuttosto completa. Troviamo, infatti, i dati biometrici; le note identificative: in natura, in mano e inoltre la strategia di muta; la distribuzione, con particolare riguardo all’Italia, ovvio; la consistenza della popolazione; l’habitat; i movimenti migratori o di dispersione; i dati di svernamento e quelli di riproduzione; le notizie inerenti alle problematiche di conservazione; la presenza in Italia in caso di specie accidentali.

     Il tutto arricchito da un sacco di foto, per lo più scattate in Italia e testimonianze di segnalazioni particolari come l’Anatra marmorizzata con pulli al Pantano Leone.

     Molti i disegni (di Silvia Gandini), purtroppo non a colori, che mostrano teste, ali, penne, becchi, code, ... Inoltre tavole comparative come nel caso delle silhouette dei rapaci in volo. Tanti i grafici e le cartine con il trend di popolazione, le variazioni nel numero degli svernanti, le mappe di nidificazione con separazione delle sottospecie, ...

     Insomma, c’è tutto quello che serve a chi è interessato agli uccelli in Italia. Non ho finito: allegato a questo primo volume c’è anche un CD audio con 99 tracce riferite a Non-Passeriformi, registrate in Italia, di qualità molto buona, selezione curata da Ivan Farronato.

     Il libro è aggiornatissimo: troviamo ad esempio i dati sulle oche che abbiamo seguito quest’inverno su EBN Italia e la segnalazione in attesa di conferma della COI di Berta grigia durante il meeting di Piombino.

     Ma le novità sono anche altre: gli autori hanno scelto di adeguarsi alla classificazione di Clements e la check list italiana è stata aggiornata (fino ai Falconidi) in tal senso. Poiché Brichetti e Fracasso fanno parte della COI, immagino che questo sarà poi il criterio per stilare la check list italiana completa, no? Questo fatto cosa significa? Che alcune sottospecie acquisiscono il rango di specie: in questo volume, ad esempio, l’Alzavola americana Anas carolinensis, essendo stata contattata nel veneziano nel 1990, diventa A — 1 per l’Italia. Adeguarsi alla classificazione di Clements significa che Cornacchia grigia e nera sono due specie diverse, come Venturone corso e Venturone, e così via.

     Un discorso a parte merita l’Airone schistaceo. Questa specie era indicata nella check list italiana, mentre ora non appare, infatti viene trattata (ampiamente) come sottospecie della Garzetta: come mai? Credo che sia perché nella classificazione di Clements l’Airone schistaceo è stato separato dalla Garzetta soltanto il 15 luglio 2003, quindi forse troppo tardi per la stampa... ma se interpreto correttamente, sarà "reintegrato" alla prima occasione.

     Da notare poi che in caso di differenti opinioni classificative, queste sono ben descritte nelle schede, come nel caso dell’Oca granaiola.

     Alcuni nomi italiani sono stati modificati come per la Berta balearica (era B. minore delle Baleari), l’Airone bianco intermedio (era Garzetta intermedia), il Falco dell’Amur (era F. cuculo orientale). Nonostante siano elencate 7 segnalazioni di Berta balearica, questa viene indicata nella check list come M irr (M reg?) e non A — 7: direi che il tutto ha un senso.

     Ogni scheda riporta codice EURING, WI, nome inglese. L’indice analitico comprende nome scientifico, ialiano, inglese.

     Io aspetto con ansia il Volume 2. Il primo (grazie alla presenza di Aves I) era forse il più facile, ma sono certo che arriverà presto. Tocchiamo ferro.


BACK

2003, Quaderni di birdwatching

Tutti i diritti di proprietà letteraria e artistica riservati. È vietata la riproduzione totale o parziale senza consenso scritto.