Quaderni di birdwatching Anno VI - vol. 12 - ottobre 2004

Associazione EBN Italia
Titolo
di Andrea Nicoli

        PERIODO DENSO DI APPUNTAMENTI e di iniziative per l'Associazione EBN Italia quello di cui vi parlerò nelle prossime righe. Tutto inizia il 30 aprile a Comacchio in uno stand della Fiera del Birdwatching e termina in settembre sulle alture tra Liguria, Toscana ed Emilia con il binocolo puntato alla ricerca di Bianconi in migrazione. Ma andiamo con ordine....

 Meeting di Comacchio: 30 aprile - 2 maggio 2004

stand

Lo stand EBN Italia alla fiera di Comacchio - foto G. Conca

        Venerdì 30 aprile alle ore 18.00 si inaugura ufficialmente lo stand di EBN Italia alla Fiera Internazionale di Birdwatching di Comacchio. L'evento coincide con l'apertura del XIII meeting nazionale, l'incontro organizzato da EBN che ha visto la più alta partecipazione mai registrata finora ad un meeting nazionale. D'altronde anche la cornice rappresenta un'iniziativa importante: la prima fiera in Italia dedicata espressamente al birdwatching!

        Ma si trattava solo del prologo, il giorno dopo ci attende un programma molto intenso. Al mattino quasi 120 persone affollano il piazzale all'ingresso del Camping di Spina in attesa dei pullman per l'escursione nel Delta. Ci dividiamo in due gruppi: le "Avocette" e le "Volpoche". Il percorso tocca alcuni fra i luoghi più significativi e che, grazie ai messaggi della mailing-list, ci sono ormai così familiari: valle Mandriole, saline di Comacchio, Boscoforte, Ostellato, la bonifica del Mezzano, l’argine Agosta. Luoghi che fruttano più di 100 specie in alcune ore di birdwatching. Il rientro è ostacolato dalle lunghe code di automobili sulla Strada Romea ma riusciamo ugualmente a raggiungere Palazzo Bellini a Comacchio.

verbale [file PDF]
bilancio [file PDF]


i files sono compresi solamente nel CD ROM

        Il programma prevedeva lo svolgimento della seconda assemblea annuale dei soci di EBN Italia e, di seguito, il photocontest. La gara di identificazione fotografica ha messo in palio un cannocchiale offerta dalla Swarovski Italia, per la precisione il modello ATS 65 e si è svolta con le seguenti modalità. La prima fase ha previsto la proiezioni in sala di 30 fotografie dopo aver fornito ai concorrenti uno schema a risposte multiple. I cinque partecipanti che hanno fornito il maggior numero di risposte esatte risultano: Andrea Ciaccio, Bruno Caula, Igor Festari, Alessandro Iacopi e Brian Perroud. Questi ultimi hanno così partecipato alla fase finale in cui sono state proiettate 10 immagini per le quali era necessario indicare una sola risposta. Vincitore finale è risultato Brian Perroud, che si aggiudica il prestigioso cannocchiale.

        A causa dei ritardi accumulati, i tempi previsti sono stati "sfondati" e si rientra velocemente al Camping di Spina per la cena sociale, cui parteciperanno circa 150 persone. Nonostante la lunghissima giornata, la voglia di stare insieme vince sulla fatica e, ancora a tarda ora, gruppetti di persone girano per il campeggio per parlare del più e del meno, per inseguire gli assioli, oppure alla ricerca della "baracca" di Maistri e Sascor (i quali hanno da parte una bottiglia di "Refosco" che verrà puntualmente stappata dopo l'una di notte).

        Al mattino seguente pochi andranno (inutilmente) alla ricerca della sfuggente Sterna di Rüppel. In conclusione del meeting i saluti e gli abbracci si sprecano, con tutta le persone che sono intervenute si rischia di ritardare la partenza di ore....


 Annuario di EBN Italia

ANNUARIO
        Da tempo gli iscritti alla mailing-list avvertivano l'esigenza di rendere più "stabili" e facilmente rintracciabili i dati riguardanti le osservazioni che giorno dopo giorno affluiscono nella nostra casella di posta elettronica. Per questa ragione si è deciso di raccogliere su carta le osservazioni più interessanti delle presenze ornitiche sul territorio italiano. A questo scopo è stata creata una rete di compilatori che hanno avuto il compito di selezionare e raccogliere le osservazioni relativi alla loro regione o zona di competenza. La raccolta dei dati su base locale è stata giudicata essenziale sia per garantire una raccolta capillare che per consentire una corretta valutazione dell'importanza del dato stesso in funzione della fenologia della specie in quella particolare zona.

        I 2.820 dati del 2003 sono stati selezionati da 28 compilatori regionali in rappresentanza di 14 regioni (per le regioni non contemplate nell'elenco, i dati sono stati raccolti da Luciano Ruggieri).
Piemonte: Bruno Caula, Pier Luigi Beraudo (Cuneese), Ilario Manfredo (Canavese e Eporediese), Luciano Ruggieri
Lombardia: Paolo Casali e Laura Marocchi, Alberto e Angelo Nava (Pian di Spagna), Andrea Nicoli
Veneto: Maurizio Sighele, Menotti Passarella (Delta del Po)
Trentino Alto Adige: Karol Tabarelli de Fatis, Maurizio Azzolini
Friuli- Venezia Giulia: Paul Tout
Emilia Romagna: Fausta Lui, Menotti Passarella (Delta del Po)
Liguria: Ennio Critelli
Toscana: Stefano Benucci, Lorenzo Vanni
Lazio: Carlo Catoni
Campania: Francesco Vita
Puglia: Giuseppe Nuovo (nodo EBN Italia)
Basilicata: Matteo Visceglia
Sicilia: Amelia Roccella, Francesco Palazzolo, Andrea Ciaccio (nodo EBN Italia di Catania)
Sardegna: Antonio Fadda, Marcello Grussu

        L’Annuario 2003 abbraccia 158 differenti specie + 18 alloctone, selezionate da ben 5.737 messaggio inviati alla lista. Sono inclusi i dati relativi a Averla bruna, Oca collorosso, Piro piro pettorale, Piro piro fulvo, Luì di Pallas e Hume, Storno roseo... Obiettivo dell’Annuario è quello di offrire accesso a singoli dati a chiunque abbia necessità di studio e di ricerca in campo ornitologico. L’Annuario di EBN Italia non vuole sostituirsi ad altri resoconti regionali o nazionali, vuole invece offrire una possibilità di consultazione e citazione più pratica e veloce, raccogliendo le informazioni dei birdwatchers a beneficio di tutti.

 Il libro "Le aquile non hanno orologi"

        L'essenza del birdwatching in un libro! Il meglio del diario da campo della lista EBN Italia è ora un libro: "Le aquile non hanno orologi" (Airplane - Alberto Perdisa Editore) che raccoglie 33 racconti di birdwatching di 16 differenti autori, tutti illustrati da bellissime tavole a colori di Marco Preziosi. La recensione è su questo numero di Quaderni di birdwatching.

 24 ore di BW

        Quest'anno record di squadre iscritte alla "24 ore": ben 13 per un totale di 42 partecipanti e 231 specie contattate. I giorni a disposizione per "scatenarsi" alla ricerca del maggior numero di specie sono stati l'8 e il 9 maggio. Immutate le regole: squadra composta da un minimo di tre persone, la specie perchè venga considerata valida deve essere contattata dalla maggioranza dei componenti della squadra, ogni squadra deve rimanere unita e a stretto contatto e poteva partecipare alla gara nell’orario compreso tra le 00.00 e le 24.00.

        Continua la supremazia dei friulani: il gruppo dei Frullini furlani composto da Luigino Felcher, Paul Tout e Tarcisio Zorzenon, già detentori del record nazionale con 151 specie, ha vinto quest’anno con 138 specie. Al secondo posto i "Beccapesci veloce" (Michele Scaffidi, Alessio Farioli, Adriano De Faveri) con 136 specie. Terzo posto per "Gli osei scampai" (Fabio Piccolo, Paolo Vacilotto, Luca Vacilotto, Aldo Tonelli) con 131 specie.

 Memorial Andrea Vellani (24 ore provinciale)

        Nei giorni 11 e 12 settembre si è disputata la 24 ore provinciale dedicata ad Andrea Vellani. Andrea era un birdwatcher e fotografo naturalista (www.andreavellani.it) che faceva parte della mailing.list di EBN Italia. Purtroppo un male incurabile l'ha portato via prematuramente. La gara provinciale ricalca la 24 ore nazionale (lo scopo è sempre quello di osservare il maggior numero di specie in una giornata) ma vuole essere uno stimolo all'esplorazione più capillare del territorio.

        In questo caso la squadra poteva essere composta da un minimo di due persone, che erano tenute a rimanere all'interno del territorio della provincia scelta (non necessariamente quella di residenza). A questo primo "esperimento" organizzato in Italia hanno partecipato 13 squadre in rappresentanza di altrettante province. Le specie contattate in totale sono state 202. Le prime tre province classificate sono state: 95 specie Catania (Andrea Ciaccio, Giovanni La Grua, Ciccio Palazzolo, Lorenzo Urna); 85 specie: Venezia (Luca Boscain, Edoardo Mulato, Paolo Vacillotto); 83 specie: Rovigo (Fabio Piccolo, Aldo Tonelli).

 EBN Italia contro la Legge Regionale Pugliese sulla caccia

        Le modifiche alla vigente legge sulla caccia approvate dal consiglio della Regione Puglia sono quanto di più sbagliato possa essere ideato in materia di regolamentazione in materia venatoria: questa la posizione anche dell’associazione di birdwatching EBN Italia, espressa nel comunicato che potete leggere interamente in questo file PDF.

 EBN Italia contro l'ampliamento della stagione venatoria

        Il Ministero delle Politiche Agricole e Forestali sta facendo forti pressioni sulla UE per ottenere, contro ogni evidenza scientifica e nonostante i precedenti pareri negativi dell'INFS, la possibilità di ampliare la durata della stagione venatoria. Si tratta di un evento tutt'altro che improbabile (vedi, ad esempio, l'adozione delle "pre-aperture"). EBN Italia prende posizione contro questa pericolosa iniziativa ed aderisce alla linea consigliata dall'AsOER (Associazione degli Ornitologi dell'Emilia Romagna) inviando alla Commissione Europea la seguente lettera di intenti. Potete leggere la lettera inviata in questo file PDF.

 EBN Italia e l'impatto dell'eolico sul Monte Canda

        Anche EBN Italia si è unita alla comune preoccupazione per il progetto interregionale della Centrale Eolica "Parco eolico Monte Canda", sull'Appennino Tosco-Emiliano. Potete leggere le osservazioni in questo file PDF. Le considerazioni sull'impatto dell'eolico sono il tema dell'editoriale di questo numero di Quaderni di birdwatching

 I nodi di EBN Italia

        Come nel 2003, anche nel 2004 in occasione della "Fiera dello sport & del tempo libero" di Acireale (CT) il nodo EBN Italia di Catania ha allestito uno stand dedicato al birdwatching. La novità di quest'anno è l'analoga manifestazione tenutasi a Verona, a cui ha partecipato, in questo caso, il nodo EBN Italia della città scaligera nei giorni 9 e 10 ottobre 2004.

image
image

Alla Fiera dello Sport e del Tempo libero a Verona, il nodo locale di EBN Italia era presente sia
con uno stand che con una postazione dimostrativa esterna - foto M. Sighele e R. Lerco


 Collaborazione WWF Italia - EBN Italia per il monitoraggio della migrazione dei Rapaci a Pianosa

image

Il mare di Pianosa presso il Castelletto - foto L. Vanni

        Per approfondire le conoscenze sulle strategie di migrazione dei rapaci, il WWF Italia ed EBN Italia, già partners a livello nazionale nella campagna "Le sentinelle della migrazione" condotta nel 2003, hanno inteso proseguire congiuntamente questa indagine sull'isola di Pianosa in concomitanza con i picchi di migrazione dei rapaci diurni in epoca post-riproduttiva. A questo scopo è stato organizzato un campo sull'Isola di Pianosa, nel Parco dell'Arcipelago Toscano, diviso in due turni settimanali (tra il 24 ed il 31 agosto 2004 e tra il 14 ed il 21 settembre 2004). Il campo di rilevamento è stato autogestito e ha ospitato 8 rilevatori per ciascun turno.

        L’obiettivo del campo dal 24 al 31 agosto era quello di scoprire se durante la fase di picco, la migrazione del Pecchiaiolo coinvolga anche Pianosa. Migrazione effimera e piuttosto scarsa soprattutto quella del Pecchiaiolo, mentre è risultata più continua quella del Falco di palude. Importanti osservazioni sono risultate quelle di 2 Aquile minori, Grillaio, Falco della Regina (2), Airone guardabuoi, Pivieressa in abito. L’unicità del campo è comunque risultata quella di essere inseriti in un contesto ambientale particolarissimo: Pianosa è ancora sede di un penitenziario e l’accesso all’isola è regolamentato con opportunità di pernottamento solo in seguito a specifici permessi.

 Tre giorni del Biancone

        Grande successo per la 3 giorni del Biancone 2004 al suo quinto anno di rilevamento. Grazie anche alle favorevoli condizioni meteorologiche sono stati osservati cumulativamente 712 Bianconi in migrazione, di cui 330 individui ad Arenzano e 268 sulle Apuane. La ricerca della rotta migratoria lungo l'arco ligure, obiettivo principe dell’indagine, ha prodotto interessanti risultati. Sono infatti ben due i siti nuovi scoperti: uno, scoperto casualmente, si trova sulle alture di Sanremo, ha permesso l'osservazione da parte di Rudy Valfiorito di 170 animali, di cui 107 Pecchiaioli, 30 Falchi di palude, 2 Cicogne nere, 1 Falco pescatore e solo 16 Bianconi nella giornata del 18 settembre, l'altro invece si trova nello Spezzino, a Bolano, e nella giornata del 19 settembre ha prodotto ben 84 Bianconi, Cicogna nera e Nibbio reale (Stefano Donello). Queste scoperte confermano che sulla migrazione dei rapaci di altri veleggiatori in Italia molto c'è ancora da scoprire e solo grazie alla collaborazione e al coordinamento tra diversi osservatori è possibile capirci qualcosa in più. Il progetto ha anche potuto constatare che l'arco ligure è una rotta migratoria importante per l'Aquila minore e la Cicogna nera; nello stesso periodo è coinvolto dalla coda della migrazione del Pecchiaiolo.


BACK

2004, Quaderni di birdwatching

Tutti i diritti di proprietà letteraria e artistica riservati. È vietata la riproduzione totale o parziale senza consenso scritto.