Quaderni di birdwatching Anno VII - volume 13 - aprile 2005

Parliamo di ...
Titolo
di Paolo Maria Politi

Feni Day 2005
The second edition of Feni Day (Winter count of Greater Flamingo Phoenicopterus roseus, "Fenicottero" in Italian) was held on January 2, 2005 in several sites in Tuscany. About 40 people took part in the event, and 2,956 Flamingos were counted, most of them (2,432) in the Orbetello lagoon. Twenty-five color-ringed birds were reported during the count, originally from Comacchio (Po Delta), Camargue (France) and Molentargius (Sardinia).



foto Gigi De Carlo

        UN VERO SUCCESSO! La seconda edizione del Feni Day tenutasi domenica 2 gennaio 2005, giornata dedicata al censimento invernale del Fenicottero, una delle specie più emblematiche e caratteristiche degli stagni costieri dell'alto Tirreno, è stata un vero successo per presenza di rilevatori (circa 40) e per risultati.

        Grazie all'organizzazione di C.O.T. (Centro Ornitologico Toscano), EBN Italia e WWF Toscana, le zone umide della Maremma tosco-laziale sono state il teatro di un censimento che ha visto gruppi di rilevatori armati di binocoli e cannocchiali perlustrare gli specchi d'acqua delle Oasi WWF Orti-Bottagone, Laguna di Orbetello, Lago di Burano, delle Riserve Naturali Diaccia Botrona e Saline di Tarquinia, della Laguna di Orbetello e di Ponte d'Oro, dell'Oasi di Protezione Padule di Scarlino e degli stagni di Foce di Ombrone -Trappola nel Parco Regionale della Maremma.

        La Laguna di Orbetello si conferma come il più importante sito di svernamento della specie lungo la costa peninsulare tirrenica con 2.432 individui, a cui seguono i 200 della Diaccia Botrona, i 146 del Lago di Burano, gli 80 delle Saline di Tarquinia, i 71 del Padule della Trappola ed i 27 di Orti-Bottagone per un totale censito di 2.956 Fenicotteri.

        La gara associata al censimento dei fenicotteri, che consisteva nel leggere gli anelli colorati con cui vengono marcati i pulcini prima dell'involo e che consentono di seguire questi uccelli nelle loro peregrinazioni nel bacino del Mediterraneo, ha permesso di registrare 25 letture di uccelli inanellati in Camargue (Francia), Saline di Comacchio (Delta del Po) e Stagni di Molentargius (Sardegna). La gara stata vinta dalla squadra composta da Silvana Romano, Silvia Simi, e Rino Bontà in azione nella Palude Orti-Bottagone a cui è andata una bellissima ceramica raffigurante un Fenicottero, gentilmente messa a disposizione dalla ditta Anser.

        Ed allora: al prossimo Feni Day!


BACK

2005, Quaderni di birdwatching

Tutti i diritti di proprietà letteraria e artistica riservati. È vietata la riproduzione totale o parziale senza consenso scritto.