Quaderni di birdwatching Anno VII - volume 13 - aprile 2005

Girando per il mondo
Titolo
di Gianni Conca & Andrea Nicoli - foto di Gianni Conca

        LA PENISOLA DEL SINAI (Egitto) è situata nell'estremità nord del Mar Rosso ed è delimitata ad ovest dal Golfo di Suez ed a est dal golfo di Aqaba. Si tratta di un sito importante sia per la migrazione che per lo svernamento degli uccelli ed ospita specie residenti molto interessanti. Data la sua posizione geografica, l'intento del nostro viaggio è stato quello di osservare specie di uccelli il cui areale lambisce il Paleartico occidentale. Lo stimolo a visitare questo sito è nato dopo aver letto l'ottimo articolo di Bruno Caula proprio su Quaderni di birdwatching (Caula B., 2003: Birdwatching nel Sinai. Quaderni di birdwatching, 11).


 Logistica e notizie utili

        Per recarsi in Egitto sono validi sia il passaporto che la carta d'identità. In quest'ultimo caso, all'arrivo nell'aeroporto egiziano è necessario compilare una carta su cui verrà applicato il visto ed una foto formato tessera (che ovviamente dovrete portarvi dall'Italia). Il visto dovrà essere esibito insieme alla carta di identità in caso di eventuali controlli. Con il passaporto non ci sono queste formalità ed il visto viene applicato direttamente sul passaporto stesso. In caso di figli minori è obbligatorio che il figlio sia riportato sul passaporto di uno dei due genitori. La valuta in Egitto è la Lira egiziana (Pound). Il cambio praticato in loco è 1 Euro = 7,2 Pound (circa).


Pavoncella armata - Spur-winged Plover


Codinero - Blackstart

        La nostra base è stata Sharm El Sheikh, celebre località di villeggiatura che offre una vasta scelta fra alberghi e villaggi, nonché la possibilità di usufruire, soprattutto in bassa stagione, di convenienti pacchetti "tutto compreso". Viaggio aereo tramite volo charter da Milano Malpensa a Sharm El Sheikh (l'aeroporto è situato a nord di Naama Bay). Gli spostamenti in loco sono stati compiuti con un'automobile a noleggio. Trovare un mezzo disponibile è stato difficoltoso. La maggior parte dei turisti resta all'interno dei villaggi e si sposta solo con gite organizzate o per mezzo di taxi. Da qui la scarsa domanda e, di conseguenza, la limitata disponibilità di vetture. Consigliamo pertanto di provvedere per tempo alla prenotazione.

        Abbiamo noleggiato una Hyundai Accent all'agenzia Hertz di Sharm al prezzo di 500 dollari (circa 420 Euro) per una settimana (aria condizionata, chilometraggio illimitato e assicurazione casco con franchigia). Il servizio è stato soddisfacente e la vettura era in buone condizioni. In aeroporto (attualmente in ristrutturazione) non vi sono agenzie di noleggio auto. Per gli spostamenti vi è inoltre la possibilità di utilizzare il taxi. Noi non abbiamo però verificato né i prezzi né l'eventuale disponibilità (orari, percorsi accidentati, ecc.) degli autisti. Per i percorsi da noi effettuati è stata sufficiente una vettura normale (non fuoristrada). La maggior parte dei percorsi sono su strada asfaltata e le piste sono in buono stato. Per i nostri spostamenti nel Sinai abbiamo percorso in totale circa 1200 chilometri. Il costo della benzina è molto basso (1 litro di benzina = 1 Pound = 0,14 Euro circa). In Italia non è stato possibile trovare una cartina stradale sufficientemente dettagliata. In Egitto la situazione non migliora di molto, ma si può trovare qualcosa di decente per riuscire a muoversi. Una guida turistica che abbiamo acquistato in Italia (Siliotti A.: L'esplorazione del Sinai. Edizioni White Star Euro 19,50) riporta delle mappe che a volte possono tornare utili.

        In seguito alle guerre arabo israeliane ed agli accordi di pace di Camp David (1979), il territorio del Sinai è stato diviso in zone di influenza controllate sia dall'esercito egiziano che da una forza multinazionale di pace (MFO). In vari punti della penisola sono pertanto presenti check-point militari. Per questo motivo è necessario portare sempre con sé il passaporto (o la carta di identità + il visto). Comunque abbiamo trovato i militari sempre molto cordiali e, al massimo, desiderosi di scambiare quattro chiacchiere per scacciare la noia. Sottolineiamo che durante i nostri spostamenti non abbiamo mai avuto problemi di nessun genere.


 Luoghi visitati ed osservazioni

        Le nostre osservazioni si sono svolte principalmente nei seguenti siti:
* vasche di depurazione acque di Naama Bay (tutti i giorni tranne il 02/09)
* parco nazionale di Ras Mohammed (i giorni 31/08 e 03/09)
* parco nazionale di Nabq (i giorni 01/09 e 04/09)
* monastero di Santa Caterina (il giorno 02/09)
* oasi di Feiran (il giorno 02/09)


 Vasche di depurazione acque di Naama Bay


Grandule del Senegal - Spotted Sandgrouse

        Le vasche di depurazione delle acque a Naama Bay, vista la presenza permanente di acqua dolce in un luogo desertico, sono un importante sito per la sosta dei migratori. Si tratta di una serie di larghe vasche in pietra in cui si riversano le acque reflue provenienti dai vari complessi alberghieri. Non esiste una recinzione ed è possibile accedervi sia a piedi che (in parte) in automobile. In genere il guardiano vi farà una visita aspettandosi una mancia. Anche se la migrazione era all'inizio, abbiamo osservato grossi gruppi di Cicogne bianche in sosta; nel piccolo canneto vi erano alcuni individui di Canapino di Upcher. Le vasche sono frequentate da due specie di Grandule (del Senegal e coronata) che appaiono in gran numero verso le 8 del mattino, per abbeverarsi. È stato l'unico sito dove abbiamo osservato il Falco unicolore e la Monachella dal cappuccio.

        Per raggiungere le vasche: Percorrere la strada che dall'aeroporto si dirige verso sud in direzione di Sharm El Sheikh (Peace Road). È la strada principale che conduce agli alberghi. Il primo grosso complesso che si incontra è a Naama Bay. All'altezza del "Novotel" e del "Marriot Hotel" si stacca sulla destra una strada (Safari Street) che va percorsa fino in fondo (seguendo le curve). Quando la strada diventa sterrata proseguire ancora per un centinaio di metri. Sulla sinistra c'è l'impianto di depurazione acque (attualmente in costruzione) e sulla destra si vedono gli argini delle vasche.

Specie da noi osservate alle vasche
Airone cenerinoGarzetta
Sgarza ciuffettoNitticora
Cicogna bianca (circa 3000 il 30/08) Cicogna nera (2 juv. il 03/09)
Mignattaio Codone,
MarzaiolaNibbio bruno
Capovaccaio (1 juv. il 30/08) Falco unicolore (2 ind. il 30/08 ed 1 il 31/08)
LanarioPavoncella armata
Corriere grossoCorriere piccolo
Pittima realePettegola
Chiurlo piccoloAlbastrello
Piro piro culbiancoPiro piro boschereccio
Piro piro piccoloGambecchio
Combattente Mignattino piombato
Mignattino comuneGrandule del Senegal (almeno 50 tutti i giorni)
Grandule coronata (almeno 100 tutti i giorni) Piccione selvatico
RondoneTopino
Rondine montana pallidaRondine
Rondine rossicciaBallerina bianca
CutrettolaCanapino di Upcher (2-3 ind.)
Luì grosso Monachella dal cappuccio (1 es. il 04/09)
Averla piccolaCorvo collobruno (2 ind. il 31/08)

 Parco di Ras Mohammed


Airone schistaceo - Western Reef Heron

        La penisola di Ras Mohammed si estende per circa 480 Kmq, di cui 97 dichiarati nel 1983 Parco Nazionale. Si tratta dell'estremità meridionale del Sinai. È situata a circa 20 Km. a sud di Sharm el Sheikh. Quest'area è un importante punto nell'itinerario migratorio della Cicogna e dei rapaci. È una delle escursioni "classiche" che vengono proposte negli alberghi, per cui alcune parti del parco possono essere discretamente affollate. Tutte le piste possono essere percorse in auto e sono in buono stato. A Ras Mohammed abbiamo osservato con maggior frequenza le Sterne (Sterna di Rüppell, Sterna dalle redini). Si tratta dell'unico sito dove abbiamo visto Allodola del deserto minore e Allodola beccocurvo.

        Per raggiungere il parco: Percorrere la Peace Road verso sud. Si oltrepassa il porto di Sharm El Sheikh. Si esce dalla zona abitata in corrispondenza di un check-point militare in cui bisogna mostrare i documenti. Dopo alcuni chilometri si trova la deviazione a sinistra per il parco (indicata da un cartello). Subito si incontra la biglietteria (ingresso = 5 US$ a persona + 5 US$ per la vettura - è possibile pagare in Euro o in Pounds). Durante il percorso è consigliabile guardarsi intorno per le varie Allodole. Una volta oltrepassato l'ingresso "monumentale" del parco si raggiunge l'isola delle mangrovie e, appena oltre, la punta più estrema della penisola. Qui prestare attenzione per sterne, Airone striato, Corriere di Leschenault, Gabbiano occhibianchi.

Specie da noi osservate nel parco di Ras Mohammed
Airone cenerinoAirone rosso
Airone schistaceo Airone striato
Cicogna biancaMignattaio
Falco pescatoreCorriere grosso
FratinoCorriere di Leschenault
Chiurlo piccolo Chiurlo maggiore
Pantana Gambecchio
Piovanello pancianeraGabbiano occhibianchi
Gabbiano roseoSterna maggiore
Sterna di RüppellSterna dalle redini
Martin pescatoreAllodola del deserto minore (1 ind. il 31/08)
Allodola beccocurvo (2 ind. il 03/09)Canapino maggiore
Culbianco isabellinoPigliamosche
Averla piccola Averla meridionale
Averla cenerina

 Parco di Nabq


Gabbiano fuligginoso - Sooty Gull

        Il Parco nazionale di Nabq è stato dichiarato area protetta nel 1992 e si estende per 600 Kmq. Si trova a circa 35 Km Nord di Sharm el Sheikh. A Nabq esiste il più grande mangrovieto (Avicennia marina) del Sinai che si estende per circa 4 Km. Si tratta del sito più settentrionale, relativamente all'area Mar Rosso-Oceano Indiano, dove si protrae questa vegetazione. Questo parco è assai poco frequentato dai turisti e, al di là degli interessi ornitologici, merita una visita per la bellezza dei luoghi. Le piste all'interno del parco sono tutte sterrate, ma percorribili agevolmente. È il sito dove abbiamo osservato diversi esemplari di Gabbiano fuligginoso. Numerosi i Corrieri di Leschenault e gli Aironi striati.

        Per raggiungere il parco: Da Sharm El Sheikh andare a nord in direzione dell'aeroporto (si percorre la Peace Road). Si oltrepassa l'aeroporto e si prosegue la strada che costeggia la costa, passando di fianco ai numerosi complessi alberghieri. Si arriva ad una rotonda oltre la quale la strada è sterrata. Prendere questa sterrata (vi è l'indicazione per il parco). Di seguito si incontra l'ingresso del parco (ingresso 5 US$ a persona - nel caso la biglietteria fosse chiusa procedete oltre). Poco più avanti vi è un check-point militare per la verifica dei documenti. La pista prosegue sempre parallela alla costa, si incontra il villaggio di pescatori di El Garghana e più avanti consigliamo di fare una sosta al mangrovieto dov'è incagliato il relitto della nave "Maria Schroeder" (ci sono le indicazioni). Proseguendo si incontra il centro visitatori e appena dopo una piccola insenatura con un altro bellissimo mangrovieto.

Specie da noi osservate nel parco di Nabq
Airone cenerinoAirone schistaceo
Garzetta Airone striato
Spatola Marzaiola
Falco pescatore Pivieressa
FratinoCorriere di Leschenault
Chiurlo piccoloChiurlo maggiore
Totano moro Pettegola
PantanaVoltapietre
CombattenteGabbiano fuligginoso
Sterna maggioreSterna di Rüppell
Piccione selvaticoTortora delle palme
Martin pescatore Ballerina gialla
CulbiancoCulbianco isabellino
Averla meridionale

 Monastero di Santa Caterina


Allodola del deserto - Desert Lark

        Classica meta turistica ai piedi del Monte Sinai. I dintorni del monastero ospitano alcuni passeriformi residenti fra cui abbiamo osservato: Ciuffolotto scarlatto del Sinai, Storno di Tristram e Allodola del deserto. Grazie ai giardini ed ai frutteti vi è la presenza di molti passeriformi durante la migrazione. Lungo la strada immediatamente prima di Santa Caterina abbiamo osservato diversi esemplari di Monachella testabianca posati sui fili e sulle costruzioni.

        Per raggiungere il Monastero: Da Sharm El Sheikh prendere la strada per Dahab. Arrivati al bivio per Dahab prendere a sinistra per Nuweiba. Dopo alcuni chilometri a sinistra si stacca la strada che porta a Santa Caterina (seguire le indicazioni). Arrivati al parcheggio si lascia l'auto e prosegue a piedi per qualche centinaio di metri fino al monastero. Per il Ciuffolotto e l'Allodola controllare la zona all'esterno delle fortificazioni seguendo la strada a sinistra. Per il resto guardare nei giardini.

Specie da noi osservate nei dintorni del monastero
Tortora delle palmeAllodola del deserto (2 ind.)
Rondine montana pallidaCapinera
BigiarellaBigia grossa orientale
Monachella testabiancaAverla piccola
Storno di Tristram Ciuffolotto scarlatto del Sinai (1m + 1f)

 Oasi di Feiran

        L'Oasi di Feiran si trova a circa 50 Km Nord-Est dal Monastero di Santa Caterina. È composta da numerosi giardini con alberi da frutto, tamerici ed il palmeto più grande del Sinai. Qui abbiamo osservato Codinero e Bulbul ventregiallo.

        Come raggiungere l'oasi: È conveniente abbinare la visita all'oasi con l'escursione a Santa Caterina. Dal Monastero ritornare indietro fino al bivio dove vi è il check-point militare e la stazione di servizio. Prendere a sinistra per Feiran. L'oasi è lungo la strada.

Specie da noi osservate all'oasi
Tortora delle palmeBulbul ventregiallo (due gruppi)
Luì grosso Bigia grossa orientale
Monachella testabiancaCodinero (3 ind.)
Averla capirossa

        Dopo aver visitato l'Oasi di Feiran, per far rientro a Sharm El Sheikh consigliamo di proseguire verso ovest fino a raggiungere il Golfo di Suez. Qui una strada a scorrimento veloce porta a Sharm. Questo permette di passare da El Tur (o Tour Sinai, a seconda della toponomastica) dove, senza abbandonare la strada principale (circonvallazione), abbiamo osservato numerosi esemplari di Corvo delle case.


        In conclusione vale la pena di citare le vasche a sud di Naama Bay (ex impianto di depurazione?). Le vasche erano completamente asciutte e si trovano di fianco ad una piantagione di eucalipti in Tower Street (si tratta di una traversa di Peace Road che si dirige verso il mare e parte dall'incrocio dove vi è una gigantesca scultura che rappresenta dei papiri intrecciati). Lì abbiamo osservato (i giorni 30/08 e 03/09) un esemplare di Gruccione egiziano (l'unico del viaggio).


La check-list completa del viaggio ammonta a 89 specie di uccelli
01 NitticoraNycticorax nycticoraxBlack-crowned Night Heron
02 Sgarza ciuffettoArdeola ralloidesSquacco Heron
03 Airone schistaceoEgretta gularisWestern Reef Heron
04 GarzettaEgretta garzettaLittle Egret
05 Airone cenerinoArdea cinereaGrey Heron
06 Airone rossoArdea purpureaPurple Heron
07 Airone striatoButorides striatusMangrove Heron
08 Cicogna neraCiconia nigraBlack Stork
09 Cicogna biancaCiconia ciconiaWhite Stork
10 MignattaioPlegadis falcinellusGlossy Ibis
11 SpatolaPlatalea leucorodiaSpoonbill
12 CodoneAnas acutaPintail
13 MarzaiolaAnas querquedulaGarganey
14 Nibbio brunoMilvus migransBlack Kite
15 CapovaccaioNeophron percnopterusEgyptian Vulture
16 Albanella pallidaCircus macrourusPallid Harrier
17 Falco pescatorePandion haliaetusOsprey
18 GheppioFalco tinnunculusKestrel
19 Falco unicoloreFalco concolorSooty Falcon
20 LanarioFalco biarmicusLanner
21 Corriere piccoloCharadrius dubiusLittle Ringed Plover
22 Corriere grossoCharadrius hiaticulaRinged Plover
23 FratinoCharadrius alexandrinusKentish Plover
24 Corriere di LeschenaultCharadrius leschenaultiiGreater Sand Plover
25 PivieressaPluvialis squatarolaGrey Plover
26 Pavoncella armataVanellus spinosusSpur-winged Plover
27 GambecchioCalidris minutaLittle Stint
28 Piovanello pancianeraCalidris alpinaDunlin
29 CombattentePhilomachus pugnaxRuff
30 Pittima realeLimosa limosaBlack-tailed Godwit
31 Chiurlo piccoloNumenius phaeopusWhimbrel
32 Chiurlo maggioreNumenius arquataCurlew
33 Totano moroTringa erythropusSpotted Redshank
34 PettegolaTringa totanusRedshank
35 AlbastrelloTringa stagnatilisMarsh Sandpiper
36 PantanaTringa nebulariaGreenshank
37 Piro piro culbiancoTringa ochropusGreen Sandpiper
38 Piro piro boschereccioTringa glareolaWood Sandpiper
39 Piro piro piccoloActitis hypoleucosCommon Sandpiper
40 VoltapietreArenaria interpresTurnstone
41 Gabbiano occhibianchiLarus leucophtalmusWhite-eyed Gull
42 Gabbiano fuligginosoLarus hemprichiiSooty Gull
43 Gabbiano roseoLarus geneiSlender-billed Gull
44 Sterna maggioreSterna caspiaCaspian Tern
45 Sterna di RüppellSterna bengalensisLesser Crested Tern
46 Sterna dalle rediniSterna anaethetusBridled Tern
47 Mignattino piombatoChlidonias hybridusWhiskered Tern
48 Mignattino comuneChlidonias nigerBlack Tern
49 Grandule del SenegalPterocles senegallusSpotted Sandgrouse
50 Grandule coronataPterocles coronatusCrowned Sandgrouse
51 Piccione selvaticoColumba liviaRock Dove
52 Tortora dal collareStreptopelia decaoctoCollared Dove
53 Tortora delle palmeStreptopelia senegalensisLaughing Dove
54 RondoneApus apusSwift
55 Martin pescatoreAlcedo atthisKingfisher
56 Gruccione egizianoMerops persicusBlue-cheeked Bee-eater
57 UpupaUpupa epopsHoopoe
58 Allodola del deserto minoreAmmomanes cincturusBar-tailed Lark
59 Allodola del desertoAmmomanes desertiDesert Lark
60 Allodola beccocurvoAlaemon alaudipesHoopoe Lark
61 TopinoRiparia ripariaSand Martin
62 Rondine montana pallidaHirundo obsoletaPale Crag Martin
63 RondineHirundo rusticaBarn Swallow
64 Rondine rossicciaHirundo dauricaRed-rumped Swallow
65 CutrettolaMotacilla flavaYellow Wagtail
66 Ballerina giallaMotacilla cinereaGrey Wagtail
67 Ballerina biancaMotacilla albaWhite Wagtail
68 Bulbul ventregialloPycnonotus xanthopygosYellow-vented Bulbul
69 Culbianco isabellinoOenanthe isabellinaIsabelline Wheatear
70 CulbiancoOenanthe oenantheWheatear
71 Monachella testabiancaOenanthe leucopyga ernestiWhite-crowned Wheatear
72 Monachella dal cappuccioOenanthe monachaHooded Wheatear
73 Canapino maggioreHippolais icterinaIcterine Warbler
74 Canapino di UpcherHippolais languidaUpcher's Warbler
75 Bigia grossa orientaleSylvia crassirostrisEastern Orphean Warbler
76 BigiarellaSylvia currucaLesser Whitethroat
77 CapineraSylvia atricapillaBlackcap
78 Luì grossoPhylloscopus trochilusWillow Warbler
79 PigliamoscheMuscicapa striataSpotted Flycatcher
80 CodineroCercomela melanuraBlackstart
81 Averla piccolaLanius collurioRed-backed Shrike
82 Averla cenerinaLanius minorLesser Grey Shrike
83 Averla meridionaleLanius meridionalisSouthern Grey Shrike
84 Averla capirossaLanius senatorWoodchat Shrike
85 Corvo delle caseCorvus splendens zugmayeriHouse Crow
86 Corvo collobrunoCorvus ruficollisBrown-necked Raven
87 Storno di TristramOnychognathus tristramiiTristram's Starling
88 Passera oltremontanaPasser domesticus niloticusHouse Sparrow
89 Ciuffolotto scarlatto del SinaiCarpodacus synoicusSinai Rosefinch


BACK

2005, Quaderni di birdwatching

Tutti i diritti di proprietà letteraria e artistica riservati. È vietata la riproduzione totale o parziale senza consenso scritto.