Quaderni di birdwatching Anno VII - volume 14 - ottobre 2005

Associazione EBN Italia
Titolo
di Giuseppe Nuovo

        GLI ARGONAUTI nascono il 28 gennaio 2003: meno di dieci persone "ammalate" di natura, tutte iscritte ad EBN Italia, decidono di dotarsi di uno strumento "locale", per scambiarsi informazioni sulle specie avvistate in tempo reale e per partecipare alle escursioni sul campo.

        Perchè una lista locale, di Puglia e Basilicata? I motivi sono stati di due ordini. Uno è strutturale: su una lista nazionale, come EBN Italia, per ovvi motivi, non si possono segnalare tutte le specie: molti avvistamenti diventano "banali" e ripetitivi quando i birder frequentano gli stessi posti.

        La lista locale invece permette di monitorare i luoghi più interessanti della propria terra, ma anche il giardino sotto casa; le specie accidentali così come le specie considerate ovvie. Questo ci permette di compilare una check list regionale ed annuale, in tempo reale. Forte poi la voglia di uscire insieme sul campo e quindi di comunicare velocemente per ritrovarsi.

        Il secondo motivo che ci ha spinto a fondare una lista locale è più di carattere culturale. Gli Argonauti sono convinti di operare per la costruzione di un futuro sostenibile e solidale tramite la valorizzazione ambientale, turistica e sociale del territorio; attraverso un turismo sostenibile, per assicurare così anche il riscatto economico delle popolazioni meridionali. Lo sviluppo e la diffusione del birdwatching diventa uno degli strumenti per realizzare tale cambiamento di mentalità e di sviluppo.

        Operando per la tutela dell'ambiente e delle risorse naturali, spontanea è la collaborazione con Enti, Associazioni Ambientaliste e Protezionistiche, Istituti scientifici ed Associazioni ornitologiche in progetti di ricerca, censimenti, recupero e sorveglianza. Infatti, collaboriamo con l'INFS ai censimenti regionali degli acquatici svernanti (IWC) e dei nidificanti alle Saline di Margherita di Savoia, al MITO, alla lettura di anelli colorati ed al monitoraggio dei migranti primaverili ad Otranto (LE) organizzato da Or.Me.

        Partecipiamo alla grandiosa marcia Gravina-Altamura per l'Alta Murgia. Abbiamo raccolto firme contro lo stoccaggio unico di scorie nucleari a Scanzano Jonico ed abbiamo partecipato alle manifestazioni in Basilicata. Abbiamo raccolto firme contro lo smaltimento dei rifiuti presso Monte Sannace, monte pieno di ricchezze archeologiche. Siamo attivi contro le proposte di modifica alla legge sulla caccia nazionale ed alla nuova legge pugliese, purtroppo già approvata definitivamente.

        In sintesi, scopo della lista Argonauti è unire appassionati, protezionisti, professionisti, operatori, studenti, curiosi, dilettanti, birder, ornitologi, tutti gli amanti della natura e della vita. Vincere le diffidenze e gustare il mettere in comune le proprie conoscenze allo scopo di accrescere la sensibilità e la conoscenza naturalistica e protezionistica di tutti.

        L'accumularsi dei dati e la voglia sempre più forte di comunicare, di condividere i risultati, le foto di tutti, ha fatto nascere il sito web degli Argonauti: argonauti.org. Si possono vedere quasi 1000 foto di uccelli (molte in digiscoping) che raffigurano quasi 280 specie, anche molto rare. Non solo uccelli, ma anche rettili, anfibi, orchidee, conchiglie… poco conosciuti del Sud Italia.

 NODO EBN ITALIA

        La forte convinzione "localista" non vuole essere provincialismo, così la lista diventa nodo pugliese di EBN Italia, l'associazione nazionale italiana per il birdwatching. Pensiamo che il far parte di una associazione di tale importanza ci garantisca quel continuo scambio di informazioni, aggiornamenti e di esperienze essenziali per la crescita di tutti. Oggi siamo 156 iscritti; in stragrande maggioranza 'indigeni': 133 in Puglia (89 BA, 9 FG, 16 BR, 7 LE, 12 TA), 6 in Basilicata (5 MT, 1 PZ), 15 in altre regioni, 2 all'estero.


BACK

© 2005, Quaderni di birdwatching

Tutti i diritti di proprietà letteraria e artistica riservati. È vietata la riproduzione totale o parziale senza consenso scritto.