Quaderni di birdwatching Anno VII - volume 14 - ottobre 2005

Notizie
Titolo
da Swarovski Optik Italia

        GRAZIE ALLE ECCEZIONALI PRESTAZIONI OTTICHE che hanno raggiunto, oggi i migliori cannocchiali da osservazione offrono nuove affascinanti possibilità d'uso, la più affascinante ed importante delle quali è la fotografia.

        Da anni è possibile collegare il corpo dei migliori telescopi terrestri a quello delle macchine reflex, ma è in campo digitale che si hanno gli sviluppi più interessanti. La "rivoluzione" digitale ha un potenziale di soddisfazione eccezionale per il cacciatore di immagini in quanto l'oculare del cannocchiale, che garantisce fino a 60 ingrandimenti, è parte integrante del complesso cannocchiale-fotocamera insieme allo zoom di quest'ultima, garantendo ingrandimenti veramente mostruosi e massima semplicità d'uso, impensabili per la fotografia tradizionale.

        Esistono due tipi di adattatori che consentono il matrimonio telescopio-fotocamera: il più semplice, il DCA (Digital Camera Adapter) si avvita alla filettatura dell'obiettivo della digitale e si infila quindi sull'oculare del cannocchiale (ATS, STS o CTS Swarovski). Il DCA è completo di 4 anelli di diametri diversi, ma nel caso in cui la fotocamera non sia comunque compatibile con alcuno di questi si possono acquistare per pochi euro dei riduttori di diametro fabbricati da tutte le migliori case produttrici di macchine fotografiche. L'importante, per evitare la vignettatura, è che la fotocamera abbia l'obiettivo di diametro non superiore a 24mm. Unica interessantissima eccezione a questo limite è rappresentata dall'obiettivo da 50mm fisso di qualsiasi macchina reflex digitale, compatibile con l'anello DCA a filettatura 52mm ed in grado di fotografare senza vignettatura ad altissima qualità. Quando si trova un soggetto "degno" della nostra fotografia basta infilare l'insieme fotocamera+DCA sull'oculare del cannocchiale ed in pochi momenti si è in grado di scattare.

ATS con DCA (a sinistra) e DCB (a destra)

        L'ultima frontiera è rappresentata però dal DCB (Digital Camera Base). Con questo strumento si passa dall'osservazione allo scatto letteralmente in un secondo. Il DCB, come vedete nella fotografia, (FOTO ATS + DCB1) si avvita alla digitale ad una estremità, mentre all'altra è di forma circolare per infilarsi saldamente sull'oculare senza però coprirlo. La sua struttura robusta e basculante permette di abbassare in un attimo la digitale sull'oculare in posizione di scatto con la massima precisione in un tempo rapidissimo, senza perdere quindi i secondi preziosi che a volte potrebbero far perdere la possibilità di fotografare.

Ecco un esempio di cosa si possa ottenere con il matrimonio fotocamera-cannocchiale



BACK

2005, Quaderni di birdwatching

Tutti i diritti di proprietà letteraria e artistica riservati. È vietata la riproduzione totale o parziale senza consenso scritto.