Quaderni di birdwatching Anno VIII - volume 16 - ottobre 2006

Associazione EBN Italia
Titolo
di Andrea Nicoli

 I nuovi Nodi

        Data l'importanza che EBN Italia attribuisce al ruolo dei gruppi che agiscono sul territorio, individuando in essi un fattore fondamentale per lo sviluppo del birdwatching nel nostro paese, inizio questo consueto resoconto delle attività della nostra associazione con l'elenco dei nuovi "Nodi".

Torino
Torino BW
sito web mailing list referente: Lorenza Piretta
Brescia
Menacò
sito web & mailing list referente: Stefano Pirola
Trentino Alto-Adige
Dolomiti BW
  mailing list referente: Maurizio Azzolini
Nodo
Abruzzo e Molise
    referente: Antonio Antonucci
Lazio meridionale
Alexander
    referente: Ermanno De Pisi

        L'elenco completo dei Nodi, con i referenti, i siti web, le attività, si trova sul sito di EBN Italia: pagina nodi.


 Meeting nazionale al Parco Nazionale d'Abruzzo

        Nei giorni 23 e 24 aprile si è svolto il XVI meeting nazionale di EBN Italia. Base dell'incontro è stata Villetta Barrea, nel cuore del Parco Nazionale d'Abruzzo. Organizzato da Antonio Antonucci e Marco Carafa con l'aiuto di Roberto Maistri, Giorgio Lalli, Francesco Leopardi, Roberto Gildi (ed altri amici abruzzesi) è stato per molti di noi un'occasione per scoprire un'area naturale davvero unica nel panorama italiano, sia da un punto di vista della fauna che del paesaggio.

        L'iniziativa ha coinvolto, oltre agli amici abruzzesi, una cinquantina di persone provenienti da Liguria, Piemonte, Trentino Alto Adige, Lombardia, Emilia Romagna, Veneto, Toscana, Marche, Puglia, Campania, Sicilia, Lazio. Il primo giorno le escursioni hanno avuto come obiettivo la ricerca del Picchio dorsobianco, uno dei gioielli del Parco. La ricerca è stata fruttuosa per entrambi i due gruppi che erano stati formati (per ragioni logistiche) e il picchio ha tenuto fede al ruolo da "star" con esibizioni degne delle aspettative.

        Nella seconda giornata sono stati formati ancora due gruppi. Il primo è rimasto nel territorio del parco, mentre l'altro ha visitato l'area del Velino-Sirente (dove sono stati osservati il Grifone ed il Lanario). Il meeting è stata anche l'occasione per annunciare la nascita del Nodo "Abruzzo e Molise" (il cui referente è Antonio Antonucci), che va ad infittire la rete delle realtà sparse sul territorio che fanno riferimento ad EBN Italia.

        Un caloroso ringraziamento agli amici abruzzesi per l'ottima compagnia, la logistica, lo scouting, la guida, l'amicizia e la simpatia.



 Fiera del birdwatching 2006 a Comacchio


foto di Milko Marchetti

        Dal 28 aprile al 1 maggio si è svolta a Comacchio la terza edizione della Fiera del Birdwatching. Madrina della manifestazione quest'anno è stata Sveva Sagramola che ha potuto premiare le associazioni presenti in Fiera, tra cui EBN Italia, con un oggetto in vetro raffigurante il logo della manifestazione. Per EBN Italia era presente il Direttore Generale, Maurizio Sighele.

        Dal nostro punto di vista la novità più importante è che quest'anno lo stand di EBN Italia è stato gestito con la collaborazione del nodo dell'Alto Adriatico "Pigmei" (il cui referente è Emiliano Verza). Questa è un'ulteriore prova della crescita delle realtà locali, da noi auspicata come condizione essenziale per lo sviluppo del birdwatching nel nostro paese. Durante la fiera è stato inoltre inaugurato ufficialmente il Nodo Pigmei con festeggiamenti a base di vino e salame.

        Emiliano Verza e Danilo Trombin hanno curato la didattica ambientale gestendo il corso per il riconoscimento delle specie rare, che si è svolto per tre giornate consecutive e le uscite sul campo. Domenica pomeriggio, si è tenuto il Photocontest a Palazzo Bellini. Ha vinto Lorenzo Angelini di Ferrara. Al secondo posto Stefano Pirola di Brescia e terzo Antonio Delle Monache del nucleo guardie WWF di Milano.

 Annuario 2005

        Continua la pubblicazione dell'Annuario, dove vengono riportate le osservazioni più interessanti apparse sulla mailing list di EBN Italia, dei Nodi locali e sulle altre liste che collaborano a tale progetto. L'annuario viene distribuito gratuitamente ai Soci. I dati sono stati raccolti su base regionale da 28 compilatori (in rappresentanza di 16 regioni):

  • Piemonte: Bruno Caula, Pier Luigi Beraudo (Cuneese), Ilario Manfredo (Canavese e Eporediese), Luciano Ruggieri
  • Lombardia: Paolo Casali e Laura Marocchi, Alberto e Angelo Nava (Pian di Spagna), Andrea Nicoli (Nodo EBN Italia Birdin'Lombardia)
  • Veneto: Maurizio Sighele (Nodo EBN Italia di Verona)
  • Trentino Alto Adige: Karol Tabarelli de Fatis, Maurizio Azzolini, Gilberto Volcan (Nodo EBN Italia Trentino Alto-Adige)
  • Friuli Venezia-Giulia: Paul Tout
  • Emilia Romagna: Fausta Lui
  • Liguria: Ennio Critelli (Nodo EBN Italia Liguria)
  • Toscana: Stefano Benucci, Lorenzo Vanni (Nodo EBN Italia Toscana)
  • Marche: Marco Borioni
  • Abruzzo: Antonio Antonucci (Nodo EBN Italia Abruzzo e Molise)
  • Lazio: Riccardo Molajoli
  • Campania: Francesco Vita
  • Puglia: Giuseppe Nuovo (Nodo EBN Italia Gli Argonauti)
  • Basilicata: Matteo Visceglia
  • Sicilia: Giovanni La Grua, Andrea Ciaccio (Nodo EBN Italia Sicilia)
  • Sardegna: Antonio Fadda, Marcello Grussu

     Resoconto Ornitologico Italiano (R.O.I.)

            Dalla collaborazione CISO-EBN Italia, succedendo alla rubrica Nuovi avvistamenti di Avocetta, è nato il primo Resoconto Ornitologico Italiano (R.O.I.), che fornisce l'elenco degli avvistamenti di uccelli rari avvenuti annualmente nel nostro paese. Il resoconto, curato da Ugo Mellone, Maurizio Sighele ed Emiliano Arcamone, si riferisce alle osservazioni effettuate nel corso del 2004. E' stato pubblicato su Avocetta [29(2): 98-102] ed è disponibile online sul sito di EBN Italia: pagina download.

            Si tratta di un importante riconoscimento per EBN Italia, ma soprattutto per tutti i birdwatcher, che sono per forza di cose osservatori, censitori, rilevatori e segnalatori.

     Big day: la 24 ore di birdwatching

            Lo scopo è, come sempre, di osservare il maggior numero di specie in un'intera giornata (24 ore dalle 00.00 alle 24.00). La squadra vincitrice di questa edizione è stata quella formata da Giovanni Abete, Rosario Balestrieri e Francesco Vita (le "Recchie di Pulicano") che in Campania hanno contattato 134 specie. Il nome scelto dai vincitori merita una spiegazione. Chi meglio dello stesso Giovanni Abete può fornircela?

            Il significato dell'espressione "uwhà, e cche ttien' 'e rrecchie 'e pulicano?!" (letteralmente "minchia, hai forse le orecchie del pellicano?!") è abbastanza noto ai napoletani ed indica stupore di fronte a qualcuno che abbia mostrato un udito molto fine (spesso facendosi i fatti degli altri). Ignota invece la motivazione di tale espressione. Cercando in internet, Francesco si è imbattuto sempre nella stessa spiegazione, che fa riferimento ad un mitico udito del pellicano, il quale sarebbe in grado di percepire il richiamo della prole a chilometri di distanza. Onestamente, come spiegazione non ci pare molto convincente. Sui dizionari dialettali che ho consultato non c'è traccia di questa espressione... mah!. In effetti il nome ci è piaciuto proprio per la sua stranezza, per cui, avvolto in questo alone di mistero, il pulicano è subito diventato uccello "totemico", cui affidare le sorti della nostra gara e il corretto funzionamento delle nostre "recchie".

            Al secondo posto "Gli Osei scampai" (Luca Boscain, Daniele Comin, Fabio Piccolo, Aldo Tonelli, Franco Trave e Paolo Vacillotto) con 131 specie che sopravanzano "I Menacò" (Roberto Bertoli Roberto Sonetti e Stefano Pirola) con lo stesso punteggio ma con un chilometraggio doppio (395 contro 732 km).

     Falco cuculo Day

            Organizzata dall'oasi LIPU di Torrile (PR) in collaborazione con EBN Italia, il 14 maggio si è svolta la seconda edizione del "Falco cuculo Day". I numerosi partecipanti all'evento, sotto la guida di Maurizio Ravasini, hanno potuto assistere allo spettacolo offerto dai Falchi cuculi che nidificano nelle campagne della provincia di Parma. Molto interessante anche la presenza di diverse coppie di Averla cenerina e di una decina di Grillai.

            L'intensa giornata di birdwatching, inframmezzata da un'apprezzata pausa pranzo in una trattoria della zona, è proseguita con la visita di una zona umida, dell'oasi di Torrile e con una puntata sulle rive del Po per osservare l'Occhione.

     Monitoraggio del Pollo sultano in Sicilia


            Al convegno di Trezzo sull'Adda organizzato da EBN Italia il 25 e 26 febbraio di quest'anno era intervenuto, fra gli altri, Alessandro Andreotti dell'INFS per parlare della reintroduzione del Pollo sultano in Sicilia. Tale progetto (nato da una proposta di Andrea Ciaccio) è tutt'ora in corso ad opera della LIPU ed ha portato alla ricolonizzazione di alcune zone umide siciliane.

            Nel suo intervento Andreotti aveva sottolineato l'importante ruolo che possono svolgere i birdwatcher mediante la segnalazione di avvistamenti, soprattutto al di fuori delle zone già conosciute.

            Durante lo stesso convegno si erano poste le basi per una collaborazione in questo senso ed attualmente il Nodo siciliano è impegnato in una serie di uscite sul campo mirate al monitoraggio delle zone umide ed a stabilire l'eventuale espansione dell'areale riproduttivo di questa specie (disegno di Lorenzo Starnini).

     Campo rapaci isola d'Elba


    Il Tirreno del 13 agosto

            Anche quest'anno, con il patrocinio del Parco Nazionale Arcipelago Toscano, si è tenuto dal 24 Agosto al 24 settembre il campo di osservazione della migrazione post-riproduttiva dei rapaci organizzato dal Nodo Toscano di EBN Italia (Lo Strillozzo).

            Il campo ha avuto come sede logistica il comune di Rio nell'Elba e ha offerto la possibilità di osservare sia specie regolari (Falchi pecchiaoli, Falchi di palude, Sparvieri, Bianconi, Falchi pescatori) che alcune rarità (Falco della Regina, Albanella pallida, Lanario, Astore, Poiana delle steppe) in migrazione dal continente verso l'Arcipelago Toscano. I risultati sono stati superiori alle aspettative, con più di 2200 rapaci censiti in quasi un mese di rilevamento.

            Chi ha partecipato si è sicuramente goduto la migrazione sull'arcipelago, le mattinate ventose e i pomeriggi di canicola, il panorama mutevole, il sibilare dei Rondoni maggiori che sfrecciavano nel cielo, la presenza costante di Pellegrini, Gheppi, Poiane e Bianconi e... i bagni nei momenti di riposo! Chi non è venuto è in tempo per rimediare... il prossimo anno!


  • BACK

    2006, Quaderni di birdwatching

    Tutti i diritti di proprietà letteraria e artistica riservati. È vietata la riproduzione totale o parziale senza consenso scritto.