Quaderni di birdwatching anno IX - volume 17 - aprile 2007

Recensioni
Titolo
di Maurizio Sighele




DEMO + INDICE
file PDF
sito web
naturapublishing.eu

     SI TRATTA DI UN'ECCELLENTE GUIDA per identificare le penne, risultato del lavoro e di una ricerca che prosegue da oltre 15 anni di due naturalisti polacchi: Marian Cieslak e Boleslaw Dul.

     Il titolo è molto semplice, Feathers, ma il sottotitolo è assai qualificante: "Identification for bird conservation". In effetti questa guida nasce come aiuto per la conservazione delle specie, in particolare quelle a rischio. Perché? Come spiegano gli autori, riconoscendo le penne di specie rare ed elusive si può risalire alla loro presenza in un territorio e quindi proteggere quel sito anche senza l'osservazione diretta.

     Teniamo presente che 38 delle 60 specie trattate sono in Allegato I della Direttiva Uccelli, e anche per questo motivo questa pubblicazione è raccomandata dalla OTOP (BirdLife in Polonia) e dal KOO (Komitet Ochrony Orlow).

     Le prime 40 pagine sono introduttive. Si parla del perché le penne possano essere utili: sia per motivi di conservazione, come detto, sia di ricerca, sia educativi. Poi si parla delle penne in senso stretto: cosa sono e a cosa servono, le ali e la coda, la strategia di muta, la morfologia e persino la variabilità delle penne, il che rende il libro molto completo per questo genere. Quindi, assai interessante, viene spiegato l'approccio identificativo quando ci si trova davanti a una penna!

     La guida tratta 60 specie comprese tra i Falconiformes e gli Strigiformes, più altre specie le cui penne possono essere confuse con quelle dei rapaci diurni o notturni. Sono state divise in gruppi non per forza sistematici: il Cuculo è con i piccoli falchi e il Succiacapre con gli strigidi di media taglia. Gli Accipitriformi sono riassunti in una tabella iniziale con i valori medi europei per le penne delle specie trattate, per una scrematura iniziale...

     A gruppi, quindi, si ricorda lo status europeo di ogni specie, che viene trattata singolarmente in modo esaustivo parlando degli adulti, dei giovani, di variabilità e di possibili errori diagnostici, il tutto accompagnato da quasi 260 foto a illustrare la formula alare. Si termina con qualche curiosità.

     Per l'elenco completo delle specie trattate e per un esempio di come sia discussa ogni specie in questa splendida particolare guida, date un'occhiata al file pdf scaricabile sul sito web della casa editrice, ma disponibile anche cliccando qui a fianco.


BACK

2007, Quaderni di birdwatching

Tutti i diritti di proprietà letteraria e artistica riservati. È vietata la riproduzione totale o parziale senza consenso scritto.