Quaderni di birdwatching anno IX - volume 17 - aprile 2007

Recensioni
Titolo

di Andrea Tarozzi

     UN LIBRO VERAMENTE BELLO e sorprendente per vari motivi. Intanto, per avere un'idea dell'oggetto, teniamo presente che si tratta di un volume con copertina semirigida, di cm 15,5 x 23, in pratica di 1-2 cm più largo ed alto del classico "Collins" da campo, di cui condivide lo spessore, consideriamo però che nel libro in oggetto la copertina è ben più sottile, e le pagine sono ben 496. Le pagine appunto... all'interno sono splendidamente rappresentati i limicoli del Nord America. Il libro, che è quindi ovviamente in inglese, include le famiglie Burhinidae, Charadriidae, Haematopodidae, Recuvirostridae, Jacanidae, Scolopacidae e Glareolidae.

     Questi uccelli sono rappresentati, in circa 290 pagine, esclusivamente ricorrendo a fotografie, molto belle ed efficaci, spaziando ovviamente da immagini utilissime per il riconoscimento fino ad alcune foto piuttosto "artistiche" che comunque non sfigurano affatto, anzi. Le foto appunto, che possono riempire una pagina intera oppure una porzione anche piccola, sono decisamente ben assortite e realizzate, ed includono spesso utilissime (grazie anche alle didascalie) immagini "di gruppo" con altre specie simili, oltre a situazioni diverse come semplici visioni di silhouette posate, oppure uccelli in volo, esattamente come ci si ritrova poi a vedere "sul campo". Diverse foto "sfidano" la capacità di ragionamento e memoria del birder tramite quiz per i quali poi a fondo libro troviamo le soluzioni.

     Anche le mappe (occhio, Nord America!) stupiscono in positivo, con l'uso di due sfumature diverse per evidenziare le zone "regolari" o meno nell'ambito della distribuzione relativa alla singola specie. Il testo, che occupa la seconda parte del volume, per ciascuna specie riporta status, tassonomia, comportamento, migrazione (con i dettagli per i due periodi), muta e vocalizzazioni.

     Relativamente alla avifauna nostrana, ho voluto confrontare la lista CISO-COI con le specie trattate nel volume; ebbene, sono incluse tutte le specie italiane, accidentali inclusi, ad eccezione di: Occhione, Corrione biondo, Pernice di mare, Pernice di mare orientale, Pavoncella armata, Pavoncella gregaria, Pavoncella codabianca, Corriere asiatico e Croccolone.

     Per qualche sbirciatina pre-acquisto, consiglio vivamente di andare su amazon.com dove vedere qualche esempio delle pagine, in particolare è utile cliccare a sinistra in [Excerpt] (esempi di foto) e [Index] per avere un'idea delle specie include e del numero di pagine dedicato: potete arrivarci direttamente (con connessione internet) cliccando qui. Abbastanza incredibile poi l'avere acquistato il volume in Italia direttamente in libreria (Hoepli, Milano) ad un prezzo sorprendentemente basso: € 24,80.

     Questo libro, nonostante tratti un gruppo di uccelli che non sono proprio fra i miei favoriti, è riuscito ad essere assoluto uno dei miei libri preferiti, un vero piacere da avere fra le mani.


di Ottavio Janni

     CONDIVIDO PIENAMENTE l'entusiasmo di Andrea per questo libro, che oltre a contenere una quantità notevole di informazioni, alcune mai presentate prima, riesce ad inquadrare molto bene un approccio all'identificazione basato sulla struttura, il portamento, il comportamento, e tutti quegli altri aspetti che assieme creano il cosiddetto jizz di ogni specie.

     Riuscire a seguire con successo questo tipo di approccio in un libro non è un'impresa facile (più di qualsiasi altra caratteristica, il jizz lo si impara meglio sul campo), ma gli autori, tra i più esperti e preparati birders in Nord America, ci riescono bene, ed il lettore può così entrare nell'ottica di guardare l'uccello nel suo insieme, piuttosto che concentrarsi sulle singole caratteristiche di piumaggio.

     Alcune specie di limicoli sono così simili tra di loro (per esempio le due specie di Limnodromus) che il jizz da solo non basta, ma gli autori presentano anche molte informazioni sui dettagli di piumaggio, ben evidenziati dalla ricca collezione di foto (es.: 40 foto solo per i Limnodromus). L'unico piccolo neo di questo libro può forse essere il fatto che per alcuni gruppi difficili (soprattutto per i gambecchi del genere Calidris), sarebbe forse stato utile un approccio ancora più dettagliato, soprattutto per gli studiosi più attenti dell'identificazione.

     Bisogna dire però che uno degli scopi principali degli autori era proprio quello di 'de-mistificare' l'identificazione dei limicoli, e renderla più accessibile a tutti. Da questo punto di vista, penso che il libro sia un grande successo, e anche grazie all'eccezionale rapporto qualità-prezzo, lo raccomando con grande entusiasmo a tutti i birders italiani.










BACK

2007, Quaderni di birdwatching

Tutti i diritti di proprietà letteraria e artistica riservati. È vietata la riproduzione totale o parziale senza consenso scritto.