Quaderni di birdwatching anno X - volume 19 - aprile 2008

Clip
Titolo
di Ventura Talamo

Peregrines from the North
During the winter 2003/2004, the author observed an adult Peregrine Falcon of the Northern subspecies Falco peregrinus calidus near Lago Salso (FG, S Italy). In the years since, in the same area at least nine Peregrines were observed showing some calidus characters, different from the several resident pairs of the South-European subspecies (F. p. brookei). Although these nine individuals were all subadults (therefore precise ID is almost impossible), at least one or two of them likely were real F. p. calidus.



Il Falco pellegrino siberiano del filmato 1

        DALL'INVERNO 2003/2004, periodo in cui ho avuto la fortuna di osservare e filmare uno splendido esemplare di Falco pellegrino siberiano Falco peregrinus calidus adulto, la mia attenzione si è concentrata sulle presenze invernali di questa specie nella zona del Lago Salso (Manfredonia - FG). [filmato 1]

        Il Lago Salso, uno sterminato fragmiteto di più di 500 ettari, garantisce una grande disponibilità trofica con elevati numeri di uccelli svernanti, ospitando tra l'altro uno dei dormitori di Storno (Sturnus vulgaris) più importanti della zona, che concentra milioni di individui da ottobre a marzo.

        Gli esemplari di Falco pellegrino avvistati e tenuti sotto osservazione negli inverni tra il 2004 e il 2008 sono stati nove. Alcuni di essi erano già presenti intorno alla metà di ottobre per rimanere sino a fine marzo, altri hanno sostato per periodi più brevi nel corso dell'inverno. Tutti gli esemplari osservati presentavano alcuni caratteri attribuibili più alle popolazioni del nord Europa (ssp. calidus) che a quelle dell'Italia meridionale e insulare (ssp. brookei).

        Molto evidenti, infatti, apparivano le differenze rilevate tra questi individui del Lago Salso e quelli comunemente presenti lungo la costa garganica, facenti parte di un nucleo riproduttivo di circa 6/7 coppie, dall'aspetto meno massiccio, di tonalità decisamente più cariche, baffo più largo e nessuna traccia di bianco nella zona nucale. [filmato 2]


Il Falco pellegrino calidus-tipo del filmato 3

        Per la presenza di copritrici e timoniere marroni, ultima traccia dell'abito giovanile, si stabilì che circa la metà degli individui osservati era nel 2° anno di vita. Tre di essi, definibili come calidus-tipo, erano caratterizzati da tonalità decisamente chiare del dorso e del cappuccio, chiazze bianche dietro la nuca, baffi sottili e barre con punteggiature sul petto piuttosto basse. [filmato 3] [filmato 4] [filmato 5]

        Per questi individui non era possibile essere sicuri fossero dei calidus; l'incertezza dipendeva dal fatto che, trattandosi di subadulti al momento dell'osservazione, potevano non avere ancora sviluppato tutte le caratteristiche del Falco pellegrino siberiano.

        Non è quindi azzardato ipotizzare che soprattutto l'individuo del [filmato 3], l'esemplare più chiaro osservato, data la sua giovane età e visto che Falco pellegrino e Lanario (Falco biarmicus) tendono solo con gli anni ad assumere tonalità più chiare, ad abbassare le punteggiature e barrature sul petto, abbia potuto in seguito sviluppare tutte le caratteristiche di un tipico calidus.

        Un altro probabile esemplare di calidus-tipo, inoltre, pur presentando caratteristiche tipiche del siberiano, creò notevoli difficoltà nell'attribuzione della sottospecie di appartenenza poiché mostrava una particolare e non comune colorazione rossastra della testa. [filmato 6]

        Interessante poi un individuo, con molte delle caratteristiche sopra elencate e un sottile sopracciglio da Lanario, che aveva una spiccata predilezione nel posarsi nei prati del Lago Salso e non su uno dei tanti tralicci dell'ENEL presenti in zona. Questo potrebbe essere dovuto all'abitudine dei pellegrini nordici di nidificare sul terreno. [filmato 5]


RINGRAZIAMENTI

Si ringrazia l'amico Nicola Cillo per il supporto nell'analisi cromatica dei Falchi pellegrini esaminati.


LETTURE CONSIGLIATE

  • CORSO A., 1999: Il Falco pellegrino siberiano (Falco peregrinus calidus) in Italia e problemi sulla sua identificazione. Quaderni di birdwatching, 2: CD ROM.

  • BACK

    2008, Quaderni di birdwatching

    Tutti i diritti di proprietà letteraria e artistica riservati. È vietata la riproduzione totale o parziale senza consenso scritto.