NEWS: L´albero genealogico degli Uccelli

L´ALBERO GENEALOGICO DEGLI UCCELLI

Un nuovo studio sull’evoluzione degli Uccelli è stato pubblicato sul numero speciale del dicembre 2014 di Science (Vol. 346 no. 6215).

Si tratta di un gruppo di 8 articoli strettamente correlati tra di loro, che riassumono i risultati di un consorzio di centinaia di scienziati di tutto il mondo, non solo genetisti ma anche statistici e tecnici esperti di calcolo, che hanno analizzato la filogenesi degli Uccelli tramite un metodo di calcolo nuovo sviluppato tramite l’ausilio di supercomputer collegati tra di loro che hanno assicurato una potenza di calcolo superiore a 400 anni di CPU.

"Capire l´evoluzione degli Uccelli è davvero difficile. La maggior parte degli uccelli che conosciamo oggi, circa il 95 per cento, appartengono al gruppo Neoaves. Questi Uccelli sono apparsi, a quanto pare, in un periodo di pochi milioni di anni. Quando un sacco di nuove specie appaiono in un breve periodo di tempo, ricostruire i loro rapporti filogenetici è molto più difficile. " spiega uno degli autori, S.Mirabab, postdoc student di Austin, Texas.

"Molti scienziati ritengono che questo Big bang dell´evoluzione degli Uccelli si sia verificato circa 65 milioni di anni fa, subito dopo l´estinzione del Cretaceo-Paleogene, che ha determinato la scomparsa degli "altri dinosauri.Abbiamo trovato in questo studio qualcosa che fosse diverso da qualsiasi cosa suggerita prima - una divergenza tra due gruppi di Neoaves, gruppi che abbiamo chiamiato Columbea e Passerea, ha detto Mirarab. «E che cosa c´è di veramente interessante in questa divergenza è che il gruppo Columbea include uccelli che non si sarebbe mai detto fossero imparentati, come fenicotteri e piccioni. Ciò significa che i fenicotteri sono più strettamente legati alla piccioni dei pellicani, per esempio. "

Un altro dato interessante è che alcuni rapaci non sono così strettamente collegati gli uni agli altri: aquile, falchi e avvoltoi non sono collegati tra di loro !

Infatti il risultato più inatteso è che il genere Falco risulta più strettamente correlato ai pappagalli e ai passeriformi rispetto a aquile e avvoltoi."

L´albero genealogico degli Uccelli secondo gli ultimi studi

Tra gli uccelli le cui genomi sono stati analizzati, solo cinque non erano Neoaves. Polli, tacchini e anatre abitano un ramo distinto dell’albero genealogico degli Uccelli. Struzzi e Tinamu originano dal più antico ramo.

Lo studio supporta l´ipotesi che alcuni tratti - come l´apprendimento vocale o la forma del piede per propulsione subacquea - si siano evoluti in modo indipendente tra i diversi gruppi di uccelli.

C´è anche una sostanziale evidenza che gli Uccelli terrestri - un gruppo che include uccelli canori, pappagalli, falchi, gufi, picchi e aquile - condividessero un antenato comune che era un predatore al vertice della catena alimentare e che si siano evoluti più recentemente rispetto ad esempio dei cuculi e dei colibrì.

News correlate

Uccelli e dinosauri
29/10/2014
Uccelli e dinosauri

Tag: albero genealogico uccelli, uccelli,