Birder of the year di EBN Italia

 

 

Promuovere il birdwatching attraverso le persone, il loro impegno e la loro costanza.

Il riconoscimento per chi fa di una passione, quella del birdwatching, una attività importante per se stessi e per gli altri è il premio BIRDER OF THE YEAR.

Il premio vuole riconoscere i meriti di persone iscritte a EBN Italia incarnandone lo spirito e le finalità.Finalità che sono spirito di condivisione, tempestività dicomunicazione, disponibilità a fare promozione del birdwatching con chi è interessato.

 


 

 

Birder of the year 2016 :Andrea Simoncini


Il più giovane birder mai premiato, classe 1999, di Genova.
Si segnala fin dai primi anni del liceo per segnalare specie particolari lungo la costa ligure, in particolare presso il proprio local patch che è la foce dell'Entella. Clamorosa la segnalazione di un Gabbiano sghignazzante nel 2014, ma poi abbiamo Sterna codalunga nel novembre 2015, Gabbiano del Caspio, Pettazzurro, Sterna maggiore, Sterna zampenere, Gabbiano roseo.
In Ornitho ha inserito oltre diecimila dati solo per Uccelli, ma partecipa anche nei Rettili, Anfibi e Mammiferi. Fa parte dei Giovani Birders Italiani (YBW).


 

Birder of the year 2015 :Vincenzo Alfano


E' un giovane birder, addirittura classe 1994, di Pesaro
Quest’anno per lui è stato un anno particolare. Lo abbiamo seguito un po’ per tutta Italia, mentre segnalava quest’anno Zigolo di Lapponia, Sacro, Calandro maggiore, Luì di Radde (tutti a Ventotene), Luì forestiero (2), Falaropo beccolargo,  Storno roseo…. tanto per dire le più significative.
E’ infatti uno dei giovani partecipanti al Big Year, e con molta probabilità, sarà il più giovane Under21 a classificarsi quinto o quarto (non sappiamo ancora).
Partecipa a Ornitho dal 2011 e ha inserito quest’anno oltre 2200 dati. 
Lo leggiamo spesso in lista con il suo stile tra il canzonatorio e il poetico ma soprattutto estasiato dal mondo degli Uccelli. 

 

 

Birder of the year 2014 :Arno Schneider

 

Birder of the year 2014 è un ricercatore, nato in Germania, ma naturalizzato ormai italiano anche perchè scrive meglio dei figli di Dante, che lavora all’Università di Bolzano alla Facoltà di Scienze della Formazione, Letteratura tedesca.
 
Arno è birder of the year 2014 perchè si chiede sempre un perchè: potrebbe essere un gioco di parole ma non è! La vita di un birder è costellata di “cos’è quello?” o meglio “cos’era…” perché nulla è di più aleatorio del vedere uccelli… forse inseguire comete…
In laguna di Venezia ha trovato nel 2014, un Piviere orientale, un Piro piro del Terek e un gabbiano ancora misterioso...
Arno collabora al progetto Atlante nazionale italiano su Ornitho dal 2012 e quest’anno ha inserito 1068 dati, per un totale di 167 specie ed è socio dal 2012.

 

Birder of the year 2013 :Angelo Nitti

 

A Molfetta fa il professore ma la sua passione è il birdwatching: scopritrore del primo Gabbiano di Franklin per l´Italia

(2003), del terzo Gabbiano di Ross (2012), del Gabbiano testagrigia per l´Italia, contributore attivo di Ornitho con
15.171 segnalazioni (al 2013), autore di innumerevoli messaggi in lista EBN Italia, grande lettore di anelli colorati, soprattutto di Laridi, birder estremanemente disponibile condividere le osservazioni più importanti con altri e conservazionista convinto, è colonna portante del birdwatching in Puglia.

 

 

Birder of the year 2012 :Lorenzo Prada

 

Nato 1995, vive in Provincia di Varese. Frequenta il 4° anno di liceo scientifico, dove ha scelto l´indirizzo sperimentale di Scienze. Si è appassionato al BW partecipando alle viiste organizzate presso l´Oasi LIPU Palude Brabbia; partecipa ai censimenti IWC, è iscritto a EBN dal 2005 e a Birdin´Lonbardia, di cui ha seguito numerosi eventi. Lorenzo è una delle promesse del birdwatching italiano, il frutto di quello che ci si aspetta di raccogliere cercando di seminare certi ideali che ci accomunano: è bravo sul campo, noto a tutti quelli che lo hanno incontrato perchè è accompagnato da suo zio, che l´ha scorrazzato in lungo e in largo in Europa e in Italia, a vedere uccelli, dalla Valle d´Aosta alla Sicilia

 

 

 

 

Birder of the year 2011:Giovanni La Grua

Incarna il miglior connubio tra conservazionismo, protezione eosservazione degli uccelli, perchè lui c´è e non si tira mai indietro: è uno dei promotori del campo di sorveglianza all´Aquila di Bonelli e ai Lanari che venivano razziatidai falconieri in Sicilia, esponendosi in proprio, concordando riunioni, andando sul campo a fare la sua parte, istallando fototrappole per proteggere un sito non facilmente monitorabile. Tutto questo ha portatoall´involo di una giovane aquila, come avete letto dal diario del campo su QB.

Giovanni è fulcro del nodo siciliano di EBN Italia, che si è coagulato attorno alla sua voglia e passione. La passione di Giovanni e unatenacia senza tanti fronzoli tecnologici hanno portato a 126 iscritti alla ML di Sicilia_birdwatching, accumunando varie anime senza preconcetti e divise, organizzando l´Eurobirdwatch e la Festa dei nodi di EBN Italia.

 

 

 

Birder of the year 2010:Santino Di Carlo

socio da sempre di EBN Italia, classe 1948, la sua presenza in lista è praticamente quotidiana, tanto che Anguillara Sabazia è un toponimo conosciuto ormai da tutti, il suo giocoso "Hasta la vista!" è diventato quasi un motto, e "condimeteo" un neologismo da copiare,

partecipa attivamente all´organizzazione della lista, tanto da diventare custode preciso della tempestiche del Birding Contest da più di due anni,

in occasione della presenza della Damigella di Numidia è stato un punto di riferimento preciso per tutti i birders foresti che si sono
avvicendati in quel di Maccarese per oltre un mese

 

 

Birder of the year 2009:Simonetta Cutini

1) incarna lo spirito di EBN Italia in quanto ha sempre concepito i dati sul campo come uno strumento per fare conservazione e divulgazione,

2) è una delle anime del Campo Rapaci organizzato ogni anno dalla Associazione Mediterranea per la Natura (MAN), pur abitando a 800 km da Messina,

3) referente del nodo toscano dello Strillozzo ha coordinato il Feni Day nazionale e le altre iniziative locali tra cui i corsi di birdwatching, essendo sempre presente per le uscite sul campo

 

 

Birder of the year 2008 :Alessio Quaglierini

Alessio incarna l´essenza del birder di EBN Italia in quanto èpresente sul campo (quasi) tutti i giorni, monitorando Boccadi Serchio costantemente,

questo monitoraggio continuo fa sì che negli utlimi 5anni, Bocca di Serchio sia la località più citata neglioltre 5000 dati raccolti dell´annuario (ben 385 volte),

segnala quasi in tempo reale le sue osservazioni inlista, tanto che in un anno ha spedito ben 105 reports,

è sempre disponibile a accompagnare altri birder nel suolocal patch e non fa mistero dei posti interessanti.