Quaderni di birdwatching anno IX - volume 17 - aprile 2007

Recensioni
Titolo
di Maurizio Sighele




info
PROVINCIA VCO

     PRIMA ANCORA DELL'INTRODUZIONE, aprendo questo atlante si incontrano i "Ringraziamenti". Forse per la realizzazione di un'opera come un atlante bisognerebbe sempre cominciare così...

     Nella parte introduttiva si parla brevemente del territorio (per la maggior parte montuoso e boscoso) e della metodologia di indagine, basata su tavolette di 4 Km di lato (160 quelle considerate). I criteri di indice di nidificazione (possibile, probabile, certo) non sono quelli più comuni, a mio sapere; ad esempio il canto territoriale è considerato indizio di nidificazione possibile, diventa probabile solo se sentito in due giorni diversi; il trasporto materiale per il nido è criterio di probabilità, non di certezza come altri suggeriscono.

     Il periodo di rilevamento è durato 10 anni (1996-2005), con oltre 16.000 dati raccolti, più del 50% da un solo rilevatore, Radames Bionda, che è uno dei curatori. 142 le specie considerate nidificanti per Verbano Cusio Ossola, di cui 127 certe. E' stata valutata la ricchezza specifica di ogni tavoletta e in particolare la ricchezza specifica per le specie di interesse conservazionistico, che si trovano soprattutto nel fondovalle. Interessante è poi conoscere la frequenza di distribuzione, che ci dà l'idea di quali specie in provincia siano molto localizzate e quali invece le più diffuse: Aquila reale, Scricciolo, Pettirosso, Codirosso spazzacamino, Merlo, Capinera, Luì piccolo, Fringuello.

     In questa provincia piemontese nidificano quasi tutte le specie alpine, in particolare ricordo Fagiano di monte, Francolino di monte, Pernice bianca, Coturnice, Aquila reale, Gufo reale, Civetta capogrosso, Picchio nero, Gracchio corallino, Fringuello alpino. Ma anche Smergo maggiore, Rondone pallido, Picchio rosso minore e, tra le possibili/probabili, Civetta nana, Bigia padovana, Venturone alpino.

     Come è usuale, ogni specie è trattata singolarmente, da diversi autori, e la distribuzione è rappresentata su una utile cartina che ricorda i rilievi. Due diversi grafici mostrano la distribuzione altitudinale e quella delle tipologie ambientali, a completare graficamente la situazione e le abitudini della specie in provincia. Per motivi conservazionistici, la distribuzione di Aquila reale, Falco pellegrino e Gufo reale non è rappresentata, ma solo approssimata.

     Il testo è esauriente e descrive essenzialmente l'habitat di nidificazione usuale per la specie e le notizie rilevate in provincia durante questa ricerca, con riferimenti alla regione Piemonte. Per l'iconografia, in tutto il volume c'è una sola fotografia, mentre sono presenti le opere di 7 diversi disegnatori, ahimè non tutti con la stessa mano. Ma questo aspetto diventa sicuramente secondario rispetto all'ottimo lavoro degli autori per questo utile atlante di questa "remota" provincia piemontese.


BACK

2007, Quaderni di birdwatching

Tutti i diritti di proprietà letteraria e artistica riservati. È vietata la riproduzione totale o parziale senza consenso scritto.