MENU
The Big Year 2022
Il Birdwatching Italiano | check list degli uccelli italiani | attrezzatura per birdwatching

The Big Year 2022

2022: Quarta edizione del Big Year !

Il vincitore del IV Big Year italiano è Giuseppe Vecchio! Strapazza il record precedente con 380 specie in 365 giorni di gara! 

Avevamo scritto nel 2018 che il precedente vincitore, Guido Perdisa aveva migliorato il precedente record di 11 specie: Giuseppe quest’anno fa ancora meglio, migliorandolo di 15!

Vecchio, di professione faunista, è anche il più giovane vincitore del Big Year italiano ! 

Giuseppe da vero rookie in questo genere di gare, ha messo a dura prova le sue capacità di resistenza alla pressione degli sfidanti, non trascurando gli impegni della vita lavorativa, portando l’asticella a 380 specie, pari al 92.9% delle specie complessivamente avvistate secondo EBN Italia, nel 2022 (n=409).

Sicuramente vivere in Toscana e frequentare assiduamente posti come Bocca di Serchio, il Parco Migliarino San Rossore Massaciuccoli e le varie zone umide costiere toscane (Orbetello, Diaccia Botrona, Orti Bottagone, Bolgheri), è stato molto d’aiuto, ma per questa gara ha girato in lungo e largo tutta l’Italia, non toccando solo tre Regioni ( Valle d’Aosta, Basilicata e Molise). Fondamentale la permanenza a Ottobre nell’isola di  Linosa, come dichiara lui stesso "Un’isola del genere, che tra mare, sole e relax, è capace di regalarti specie accidentali quasi quotidianamente, non credo esista altrove....."

La vera chiave del successo è stata oltre alla salda rete di birders italiani contattati (n. 124) anche una scrupolosa pianificazione, dettata dalla necessità di sfruttare al massimo i fine settimana. La sua checklist finale riporta ben 51 specie definite "rarità", pari al 66.2 % degli accidentali segnalati nel 2022 (n=77). Tra questi spiccano la Pavoncella codabianca trovata (self-found) alla foce Aloisa (FG) A-7 per l’Italia, Oca lombardella minore a Concordia Sagittaria (VE), Vireo occhirossi  a Lampedusa (AG), Rondone cafro a Cirò marina (KR), Stercorario maggiore sul litorale a Livorno (LI), Sula fosca e Berta balearica in Bocca di Serchio a Vecchiano (PI) e Piro piro del Terek presso gli stagni di S’ena Arrubia Santa giusta (OR). Questa è stata una delle chiavi dell’incremento di specie riportate, in quanto nel 2018 gli accidentali erano stati per il vincitore "solo" la metà, 25! Tutto questo grazie alla rete capillare di informazioni di EBN Italia, da FB al gruppo Telegram: insomma la tecnologia assieme alla tenacia, fa fare passi da gigante!

La specie che gli ha dato più soddisfazione è stata la Pavoncella codabianca, quella più ostica il Gallo cedrone che ha cercato per tre volte in Alto-Adige, quella con maggiori rimpianti, la Pesciaiola che ha mancato! 

Al secondo posto con onore, il bergamasco Luciano Gelfi che ha conteso a Giuseppe la vittoria fino alla fine, rimanendo in scia addirittura di 2 sole specie (378).  Terzi i Castellucci, padre e figlio,già birder of the year 2022 con 345 specie. Quinta a parimerito con il vercellese Simone Stefanetti, la prima donna, Maria Trompetto con 332 specie. Nessuna altra donna finora si era spinta così in alto!

Settimo posto l’abruzzese Antonio Antonucci con 322, ottavo il bresciano Angelo Pasqua con 313, nono Stefano Tito con 300, decimo Alessio Quaglierini con 299.

La classifica completa è qui su Ubird. 

Maggiori info
Stampa